Dal 5 al 27 agosto 2021 Rocce Rosse Blues Festival festeggia lo storico traguardo dei trent’anni e approda per la prima volta nella piazza Barigau di Ulassai.

rocce rosse blues festival 2021

Rocce Rosse Blues 2021

dal 5 al 27 agosto a Ulassai

Rocce e Rosse Blues 2021: Rocce Rosse Blues Festival festeggia lo storico traguardo dei trent’anni e approda per la prima volta nella piazza Barigau di Ulassai.

Un’edizione speciale per la manifestazione musicale più importante d’Ogliastra che, dopo il suggestivo scenario nella Stazione dell’Arte di Maria Lai, si trasferisce nel centro del paese dei Tacchi, nell’ incantevole piazza Barigau di Ulassai, circondata dalla cornice dei torrioni calcarei che da quest’anno significano non solo panorami ma anche musica. Una location straordinaria che offre un’atmosfera estiva perfetta per il pubblico e gli artisti, circondata dal paese e dai suoi abitanti, uno spettacolo per gli occhi e per i sensi.

JAZZ e BLUES: il nuovo spazio accoglierà per tutto il mese di agosto, gli appuntamenti con il pubblico, oltre 18 eventi che ruotano attorno al blues e ai capolavori del jazz ma seguono anche altre e più eccentriche orbite.

18 alzate di sipario che chiamano in scena i nomi tra i più altisonanti del panorama musicale nazionale e internazionale.

Tra le ricorrenze del programma 2021 del Festival c’è il gradito ritorno di Edoardo Bennato e Alex Britti che sul palco della piazza Barigau accorciano le distanze stilistiche del loro repertorio pop per approdare in Sardegna con due concerti che parlano blues.

E poi world music, musica popolare ricca di contaminazioni con il folk o le influenze del rock e della sperimentazione, con i fuoriclasse della scena musicale internazionale, coinvolti tra melodie suadenti, esotiche, frenetiche e folli, sotto l’influsso del magico cielo d’Ogliastra con i concerti di Trilok Gurtu, Simona Molinari e Frida Bollani Magoni e Petra Magoni.

Sarà il trio Girotto / Servillo / Mangalavite con “L’Anno Che Verrà” e il grande Mogol insieme con Angelo Valori & Medit Voices in “Mi Ritorni in mente” ad accorciare altre distanze questa volta temporali nelle due serate interamente dedicate a Lucio Dalla e Lucio Battisti.

UN PROGETTO SPECIALE: Trenino Jazz: prosegue la storia che accomuna Rocce Rosse Blues al Trenino Verde della Sardegna, una storia di unità e interessi comuni, quella che dalla musica arriva alla natura che si ammira viaggiando.

La racconterà quest’anno il Trenino Jazz, il nuovo appuntamento della rassegna che segnerà nel suo calendario la tappa che parte da Arbatax, luogo in cui il Festival è nato fino alle “stazioni” della Valle del Pardu, ospite di eccezione il chitarrista e compositore Marcello Peghin, conosciuto ed apprezzato tanto nell’ambito della musica colta come nella musica improvvisata.

Quest’anno la piazza Barigau diventa il fulcro. Una Ulassai che trova nel Festival, universi concentrici che si specchiano in un vertiginoso gioco di rimandi, come i funamboli o i climbers che sfidano la forza della gravità sui tacchi o come Maria Lai che ha usato l’arte per unire le persone.

È questo lo spirito che ha animato l’ininterrotto percorso del Festival; itinerario che per la 30^ edizione viaggia sulle rotte mediterranee, varcando i confini oltre l’orizzonte delle montagne, gli appuntamenti nella Marina di Gairo, Osini e Gairo Vecchio, la Stazione del Trenino Verde che a Gairo Taquisara proietta questo territorio nel mondo al centro di una costellazione di temi e percorsi, nella migliore natura errabonda a cui il suo pubblico-viaggiatore è abituato.

Programma Rocce Rosse Blues 2021

  • 5 agosto
    Andrea Scanzi “E pensare che c’era Giorgio Gaber” Piazza Barigau - Ulassai
  • 7 agosto
    Andrea Scanzi “E pensare che c’era Giorgio Gaber” Teatro Massimo – Cagliari
  • 8 agosto
    Trenino Jazz con Marcello Peghin
  • 11 agosto
    Festival di poesia sarda estemporanea “Camineras de identidadi”
    Agus, Senes e Scanu accompagnati dai Tenores di Lanusei e Trespassos Osini vecchio
  • 13 agosto
    Alex Britti “Progetto Speciale”
    Special guest Flavio Boltro Piazza Barigau - Ulassai
  • 14 agosto
    Matteo Mancuso
    Fabrizio Poggi, Enrico Polverari & Hubert Dorigatti Piazza Barigau – Ulassai
  • 15 agosto
    Raphael Gualazzi & Simona Molinari
    Piazza Barigau – Ulassai
  • 17 agosto
    Festival di poesia sarda estemporanea
    Agus, Farina, Bitti - accompagnati dai Tenores di Lanusei e Ichnos Gairo vecchio
  • 17 agosto
    Edoardo Bennato Piazza Barigau - Ulassai
  • 18 agosto
    Girotto / Servillo / Mangalavite - “L’Anno Che Verrà” - Canzoni di Lucio Dalla Piazza Barigau - Ulassai
  • 19 agosto
    Livio Minafra Lavatoio - Ulassai
  • 20 agosto
    The Crossing di Enzo Favata Special guest: Trilok Gurtu Piazza Barigau - Ulassai
  • 22 agosto
    Tazenda
    Gairo Taquisara- Stazione Trenino Verde
  • 23 agosto
    Guano Padano - Frida Bollani
    Piazza Barigau - Ulassai
  • 24 agosto
    Rosa Brunello & Camilla Battaglia Lavatoio - Ulassai
  • 24 agosto
    Musica Nuda - Ferruccio Spinetti e Petra Magoni Piazza Barigau - Ulassai
  • 25 agosto
    Musica Nuda - Ferruccio Spinetti e Petra Magoni Marina di Gairo
  • 27 agosto
    Mogol - Angelo Valori & Medit Voices - “Mi Ritorni in mente: le canzoni di Battisti Mogol” Piazza Barigau – Ulassai

Rocce Rosse Blues in piazza Barigau è un’esperienza di bellezza nella più amata delle piazze ogliastrine, monumento naturale, artistico e urbanistico riconosciuti come patrimonio sociale. Qui l’incontro fra arte, musica e natura è reso possibile dalla collaborazione con le istituzioni e le strutture turistiche locali per realizzare un calendario che riconferma l’eccellenza delle scelte artistiche e che pone anche in questa edizione, i presupposti per una rassegna esplosiva con presenze da tutta l’isola, dall’Italia e dall’Europa, per poter ascoltare la musica del Festival nello scenario suggestivo dell’Ogliastra. Un paesaggio ormai noto in tutto il mondo per la sua bellezza grazie anche alla “dimensione d’uomo” della rassegna e del luogo in cui lasciarsi avvolgere dalla musica, dal calore dell’ospitalità degli abitanti e dalla scenografia naturale del posto. “Anche quest’anno - dice il direttore artistico Tito Loi – abbiamo puntato su una varietà di proposte importanti e accessibili ai più svariati gusti musicali. Il Festival Internazionale Rocce Rosse rivela così il suo straordinario eclettismo e la sua grande attitudine a cambiare in continuazione, a rinnovarsi rimanendo fedele a se stesso e ai suoi luoghi”.

Tra le note della loro musica, un messaggio di forte collaborazione possibile grazie al patrocinio dei Comuni di Ulassai, Osini e Gairo, della Regione Autonoma della Sardegna - Assessorato della Cultura e del Turismo, della Fondazione di Sardegna e in collaborazione con Arst.

Per informazioni: www.roccerosse.it