Dopo due anni di pandemia finalmente Porto Torres può rivivere la  festa dedicata ai Santi Martiri Gavino, Proto e Gianuario

festa manna porto torres 2022

La Festha Manna 2022 si svolgerà dal 4 al 6 giugno

Festha Manna 2022 di Porto Torres: Da secoli il culto dei Santi Martiri Turritani Gavino, Proto e Gianuario è vivo in città ed in tutta la Sardegna. Il 3 maggio i simulacri lignei secenteschi raffiguranti i Martiri vengono portati in processione dalla Basilica di San Gavino sino alla chiesa di San Gavino a Mare (Balai Vicino). Qui sostano e sono meta di un pellegrinaggio quotidiano, dalle prime luci dell'alba al tramonto, sino al pomeriggio del giorno di Pentecoste, vigilia della festa popolare più partecipata dai turritani e da tutte le popolazioni del circondario.

Ricca di tradizione e suggestione, la Festha Manna è da sempre una delle celebrazioni patronali più sentite e partecipate della Sardegna.

Programma FM2022 (pdf)

DAL 2 AL 5 GIUGNO
5° CAMPIONATO DEL MONDO DI RALLY
RALLY ITALIA - SARDEGNA 2022
Transiterà nella giornata del 5 giugno a Porto Torres

DAL 3 AL 6 GIUGNO Ore 9:30 - 23:00
LOCALE “IL FARO", PIAZZA GARIBALDI
Collettiva d'arte figurativa di Salvatore Eletti, Salvatore Maricca e Milvia Pintus

DAL 4 AL 6 GIUGNO
CENTRO STORICO
Mercatini degli ambulanti tradizionalmente legati alla Festha Manna

DAL 4 AL 6 GIUGNO Ore 9:00 -13:00; 15:00 - 22:00
PALAZZO DEL MARCHESE “| NOSTRI SECONDI 50 ANNI"
Esposizione dei cimeli degli ultimi 50 anni di vita degli Scout CNGEI di Porto Torres

3 GIUGNO Ore 19:45 BASILICA DI SAN GAVINO
Ciclo di conferenze “PRIMAVERA IN BASILICA"

Giuseppe Piras,“La Basilica di San Gavino in un inedito disegno del 1832. Brevi annotazioni e spunti di riflessione tra epigrafia, archittetura e abbigliamento tradizionale turritano”
In collaborazione con Centro Studi Basilica di San Gavino di Torres, Arxiu de tradicioms, Trexenta Storica, Etnos, Rivista di studi "Insula Noa"

4 GIUGNO Ore 12:00
MUSEO DEL PORTO, VIA ANTONIETTA BASSU
Inaugurazione dell'opera pittorica donata alla Città di
Porto Torres dall'artista turritano Fanzio
in collaborazione con AssoVela

4 GIUGNO Ore 18:00 - 20:00
SALA CONFERENZE MUSEO DEL PORTO
“FESTHA MANNA CON GLI SCRITTORI TURRITANI”

4 GIUGNO Ore 17:00 - 19:00
PIAZZA DELLA CONSOLATA
Laboratorio per bambini organizzato dalla Biblioteca Comunale e dalla Coop. Comes

4 GIUGNO Ore 21:00 TEATRO ANDREA PARODI
MILDRED IN CONCERTO

4 GIUGNO Ore 20:00 PARROCCHIA SPIRITO SANTO
Veglia di pentecoste con Cresimandi delle quattro Comunità parrocchiali

4 GIUGNO Ore 22:30
Da Sassari - Partenza del pellegrinag io notturno verso la Tomba dei Martiri, guidato da S.Ecc.Rev.ma Mons Gian Franco Saba.
All'arrivo dei palco l'Arcivescovo presiderà la Santa Messa del Pellegrino (alle ore 03:00 circa)

5 GIUGNO Ore 10:00 - 18:00
AREA VERDE INTORNO ALLA TORRE ARAGONESE
Estemporanea di Pittura “Porto Torres - La Festha Manna.
Di nome di San Gavino" a cura di Associazione Culturale TNT Global Art

5 GIUGNO Ore 18:00 PARCO DI BALAI
Celebrazione eucaristica presieduta da don Boniface e concelebrata
dai Rev. di parroci e sacerdoti della città

5 GIUGNO Ore 19:00
Partenza della Wocesinne dei Simulacri dei Santi Martiri Turritani
dal parco di Balai verso la basilica di San Gavino

5 GIUGNO Ore 20:00 AREA DELLA TORRE ARAGONESE
“NOTE SOTTO LA TORRE": serata musicale folk con balli sardi
"In nome di San Gavino" a cura dell'associazione Intragnas

5-6 GIUGNO Ore 10:00 - 13:00; 16:00 - 19:00
SALA CONFERENZE DEL MUSEO DEL PORTO
"Festha Manna con gli scrittori turritani”

6 GIUGNO Ore 10:30
Messa pontificale presieduta da S.Ecc.Rev.maMons Gian Franco Saba, concelebrata dai Rev.di Parroci e sacerdoti della Città
DIRETTA TELEVISIVA SU VIDEOLINA DELLA CELEBRAZIONE LITURGICA

6 GIUGNO Ore 21:00 AREA DELLA TORRE ARAGONESE
“NOTE SOTTO LATORRE"”:
Istentales e Modena City Ramblers in concerto

DAL 6 AL 17 GIUGNO
MUSEO NAZIONALE ANTIQUARIUM TURRITANO
Mostra delle opere partecipanti all'Estemporanea di pittura
"Porto Torres - La Festha Manna. Nel nome di san Gavino”
a cura di Associazione TNT Global Art in collaborazione con la Direzione Regionale Musei Sardegna

10 GIUGNO Ore 17:00 BASILICA SAN GAVINO
Ciclo di Conferenze “PRIMAVERA IN BASILICA"
ALESSANDRO SODDU, Dipartimento di Storia, Scienze dell'Uomo e della Formazione dell'Università degli Studi di Sassari, “Su donnu bonu:Gonnario de Laccon Giudice di Torres”

17 GIUGNO Ore 18:00
SALA CONSIGLIARE, COMUNE DI PORTO TORRES
Cerimonia di premiazione delle 6 opere vincitrici dell'Estemporanea di pittura “Porto Torres - la Festha Manna. Nel nome di san Gavino"

 

Il Cammino dei Martiri Turritani

Un momento particolarmente suggestivo si sviluppa a partire dalla mezzanotte del sabato che precede il giorno di Pentecoste. A quell'ora a Sassari e nei paesi limitrofi molti fedeli si mettono in cammino verso la Basilica di San Gavino di Porto Torres. I pellegrini arrivano intorno alle tre del mattino e la Santa Messa delle quattro è a loro dedicata. I pellegrini quindi raggiungono successivamente Balai Vicino per rendere omaggio ai tre "corpi Santi".

La domenica di Pentecoste si parte da Balai Vicino in processione con le statue lignee che fanno il loro ritorno trionfale in Basilica, dopo aver attraversato il Lungomare e il centro di Porto Torres, accompagnate dalle autorità civili, militari, religiose e dalla popolazione.

Il giorno seguente, lunedì dopo Pentecoste, è la "Festha Manna", la Festa Grande. Al mattino un’importante liturgia vede partecipe il Capitolo dei canonici presieduto dall'Arcivescovo Turritano. La celebrazione si conclude con la processione e la benedizione del mare, nel porto  turritano.

L'origine della Festha Manna

L'origine di queste processioni (quella del 3 di maggio e quella di Pentecoste) è molto antica e va ricercata nella tradizione che vuole che, durante la costruzione della Basilica Cattedrale di Torres (XI Secolo), siano stati trovati da re Comita nelle tombe di Balai Vicino i corpi di Gavino, Proto e Gianuario. Ogni anno ormai da tanti secoli si ricorda quel ritrovamento delle reliquie di cui parla il "Condaghe di San Gavino". Le processioni registrano sempre una forte partecipazione di popolo.

I festeggiamenti sono molto intensi e conservano la loro caratteristica di religiosità popolare, ma già nei giorni precedenti la Festa Grande si susseguono manifestazioni culturali, sportive, di puro intrattenimento, che animano la città.