Rubroboletus satanas - porcino malefico

Il Rubroboletus satanas (Lenz) Kuan Zhao & Zhu L. Yang, 2014, chiamato comunemente porcino malefico per il rischio di confusione con l'edule Boletus edulis, è un fungo tossico della famiglia delle Boletaceae. È conosciuto anche col binomio obsoleto di Boletus satanas.

Rubroboletus satanas - Porcino malefico (Non Commestibile - Tossico)

Sicuramente non passa inosservato. S'incontrano spesso fungate copiose che riempiono il bosco. Purtroppo, è spesso oggetto di distruzione da parte di chi ignora la sua funzione biologica che si esplica, come per tutti i boleti, con la creazione di micorrize e conseguente rapporto di simbiosi con le latifoglie del bosco.

SPECIE: satanas Lenz

ETIMOLOGIA: satanas = satanico, per la sua tossicità

COMMESTIBILITA': Non commestibile. Uno dei pochi boleti tossici.

CARNE: Di colore giallo molto chiaro. Vira lentamente e in modo tenue verso l'azzurro. Molliccia con l'età, sapore dolce. Quasi inodore.

SPORATA: Bruna

HABITAT: Boschi di latifoglie, ma non in tutti, poiché predilige i boschi che si trovano su suoli calcarei. Nei luoghi di crescita, è di solito molto abbondante.

GAMBO
Aspetto grosso, robusto, panciuto. Alto circa ¾ del diametro del cappello. Colore giallo in alto, verso il cappello, rossastro nella parte mediana fino alla base. Si presenta ricoperto da un reticolo che segue il colore del gambo

CAPPELLO
Grosso, carnoso, guancialiforme, ampio fino a 25 cm. e forse anche oltre. Colore bianco livido, bianco cenere. Superficie liscia, asciutta, con l'età presenta qualche macchia bruna. Tubuli giallo-verde. Pori piccoli, tondi, colore rosso aranciato, più o meno scuro.