Menu
Sei qui: SardegnaFotoFotografi di SardegnaFotografi di Sardegna: Emanuele Secci

Fotografi di Sardegna: Emanuele Secci

emanuele-secciEmanuele Secci

Emanuele Secci è nato in Sardegna a San Gavino(VS) nel 1974, "non udente sin dalla nascita", da circa venti anni coltiva il suo hobby della fotografia, che abina alla passione pr il computer.

La sua formazione professionale (informatica) ha coinciso con l’interesse per le strumentazioni fotografiche da prima come analogiche a seguire quelle digitali con la RICERCA FOTOGRAFICA.

Una ricerca fotografica di foto antiche iniziata con delle iniziative paesane - associazione proloco – feste del patrono, tendenti a valorizzare la storia antica del paese e le sue tradizioni.

L’impegno è iniziato con le macchine analogiche a rullino e compatte, poi successivamente si è evoluta dalla prima sua e inseparabile Minolta Dimage A1, poi con la Nikon D90.

Ha perfezionato lo studio della fotografia per aiuto di un corso tramite libro e ai consigli raccolti sui forum su internet.

Il suo rapporto continuo con la società ed associazioni tra cui una sulle escursioni hanno contribuito alla cattura su digitale dei soggetti e paesaggi.

Subito premiato a novembre 2010 nei 13 vincitori con un concorso nella Proloco del Comune di Pompu – libertà di espressione – con foto pubblicate su un calendario.

Costantemente alla ricerca ed impressione su fotografia tramite reportage (manifestazioni, seminari, sagre, sfilate, escursioni ) delle tradizioni in tutta la Sardegna.

Il suo impegno, costantemente motivato dal desiderio di un significativo miglioramento della qualificazione professionale, è teso a fornire un contributo, sia pur minimo, a rendere più completo e coerente il ciclo di ideazione-produzione e divulgazione della conoscenza del paesaggio e tradizioni della Sardegna.

 

 

Emanuele Secci

Emanuele Secci

Emanuele Secci

Emanuele Secci

Emanuele Secci

Emanuele Secci

Emanuele Secci

Emanuele Secci

Emanuele Secci

 

Per i vostri servizi potete contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Go to top