Scopri il programma completo della Primavera in Ogliastra a Lotzorai, appuntamento il 27 e 28 maggio 2023!


primavera cuore sardegna lotzorai

Primavera in Ogliastra 2023 a Lotzorai
(27 e 28 maggio 2023)

Lotzorai è un piccolo comune situato nella costa centro-orientale della Sardegna, nell'Ogliastra. Il nome potrebbe derivare dalla combinazione delle parole nuragiche "Lot", che potrebbe indicare i mandorli in fiore, e "ai", che potrebbe fare riferimento al dio Apollo e al suo culto.

Gli studi condotti nel territorio e l'analisi dei reperti archeologici hanno rivelato che Lotzorai è stato abitato sin dall'età del rame. A partire dal sesto secolo a.C., divenne sede di un insediamento di origine punica e successivamente romana. Questo è testimoniato dalla presenza di un tempio fenicio costruito sulla collina, dove oggi si erge il Castello Medusa. Inizialmente, il paese era chiamato Lozoranus, secondo alcune leggende che raccontano la resurrezione di un contadino di nome Lozoranus da parte di San Giorgio, che poi diede il nome al paese. Successivamente, il nome cambiò in Lozzorai, Loçorai de Planitio, Lotoray, Loceray e Lostoray. Altre testimonianze sostengono che il primo vero villaggio fosse chiamato "Ogliastro".

Nel 1327, Lotzorai divenne una delle Ville della Contea di Quirra, facente parte del sistema feudale aragonese. Durante il periodo medievale, il villaggio fece parte della curatoria di Ogliastra nel Regno giudicale di Càlari. Lotzorai, come molti altri centri rurali, è caratterizzato dalla presenza di grandi case con ampi cortili e strade strette che si intrecciano nel centro storico.

Programma Primavera in Ogliastra 2023 a Lotzorai 

Programma di Sabato 27 maggio

ore 10:00: 

  • Saluti del Sindaco e presentazione del portale “Visit Lotzorai.it” | Aula magna “Andrea Lusso”, Biblioteca Comunale
  • Apertura delle Corti con visita guidata e degustazione dei prodotti tipici

ore 11:00-13:00 e ore 15:00-21:30: Apertura dei Musei

ore 11:30: Trasporto del corredo della sposa alla nuova casa

ore 18:00: "Sa coja antiga Lotzoraesa" - Corteo degli sposi lungo le vie del centro storico

ore 18:30: Realizzazione del pecorino sardo | Corte “Sa Crai B&B”

ore 20:00: Degustazioni dei prodotti tipici locali | Corti del centro storico

 

Programma di Domenica 28 maggio

ore 10:00: Apertura delle Corti

ore 11:00-13:00 e ore 15:00-21:30: Apertura dei Musei 

ore 11:30: Realizzazione del pecorino sardo | Corte “Sa Crai B&B”

ore 12:00: Degustazione dei prodotti tipici locali | Corti del centro storico

ore 18:00:

    • Festeggiamenti in onore di San Sebastiano, a cura del Comitato “Is Fedalis” del ’76.
  • Processione religiosa su un carro trainato da buoi, “Bois mudaus”, seguita da cavalieri e gruppi folcloristici | Partenza dalla P.zza della Chiesa di Sant’Elena Imperatrice per giungere alla Chiesa di Santa Barbara in Donigala

Durante la processione ci si ferma in più punti per l'asta, alla quale partecipano gruppi spontanei, parenti, associazioni o singoli. Il vincitore si aggiudica l'organizzazione della festa per l'anno successivo.

culurgiones lotzorai
Culurgiones - Foto Comune Lotzorai

ore 19:00: Santa Messa in onore di San Sebastiano. A seguire il Comitato “Is Fedalis” del ’76 offrirà “Su cumbidu”, con dolci tipici | Chiesa di Santa Barbara in Donigala

ore 20:00: Degustazioni dei prodotti tipici locali | Corti del centro storico

In entrambe le giornate verranno aperte al pubblico le antiche corti del paese dove sarà possibile ammirare abitazioni di valenza storica e degustare prodotti tipici della tradizione. In ognuna di esse sarà possibile ascoltare musica della tradizione sarda eseguita dal vivo. 

 

Musei

  • Museo del Costume Sardo Lotzoraese | Locali della scuola primaria di Lotzorai

Il Museo ospita la collezione di proprietà di Giampaolo Murru che da anni si dedica allo studio e alla raccolta delle peculiarità dell’identità culturale e delle tradizioni popolari, focalizzate sulle diversità degli abiti, femminili e maschili, dell’intero territorio ogliastrino, nonché dello studio dei tessuti e degli ornamenti in tutte le manifestazioni della vita quotidiana.

  • Museo dei beni artistici della Parrocchia | Salone Parrocchiale 

La parrocchia apre le porte della chiesa di Sant’Elena Imperatrice per una visita guidata mentre nei locali adiacenti verranno esposti i suoi beni artistici antichi e moderni. 

primavera cuore sardegna lotzorai programma02

primavera cuore sardegna lotzorai programma01

 

Appuntamento sabato 28 e domenica 29 a Lotzorai: scarica il programma completo.


Ad un chilometro dalla costa, tra il fiume Pramaera e il Rio Girasole, circondato dal massiccio del Monte Oro, sorge Lotzorai, delizioso comune dell’Ogliastra.

Dal 600 a.C. fu sede di un insediamento punico e poi romano, testimoniato dalla costruzione di un tempio sulla collina sui cui resti venne edificato, in epoca medievale, una fortificazione chiamata Ogliastri Castrum, conosciuta oggi col nome di Castello della Medusa.

Il centro abitato si caratterizza per la presenza di strette strade che si intrecciano di continuo, su cui si affacciano grandi case dagli ampi cortili.

Nel suo territorio sono presenti alcune Domus de Janas, la necropoli prenuragica di Tracucu-Genna 'e Tramonti e la chiesa medievale di Sant’Elena.

Di fronte alle spiagge di Lotzorai, che si estendono da Tancau a S'Isula Manna, immerso in un mare cristallino e dai fondali colorati, si trova l’isolotto d’Ogliastra, splendida massa di granito porfirico rosa alta 47 metri ed estesa per oltre 10 ettari.

Oasi speciale per gli amanti della natura, l’isolotto d’Ogliastra ospita colonie di uccelli di varie specie. Infine il parco fluviale del fiume Pramaera e la sua foce sono l’habitat ideale di numerose specie acquatiche.

Lotzorai è un piccolo comune dell'Ogliastra, situato nella costa centro orientale della Sardegna. Il toponimo potrebbe significare "luogo dei mandorli in fiore": la radice "Lot" e la terminazione "ai" sono di origine nuragica, e si ritiene vi sia un riferimento al dio Apollo ed al suo culto.

Inizialmente il nome del paese era Lozoranus: alcune leggende, infatti, raccontano che nel 1117 nel "Santissimi Praesulis Georgici Suellensis", un contadino di nome Lozoranus fu risuscitato dal santo che ha dato il nome al paese. 

Particolarmente affascinante dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, a circa un miglio a est della costa del paese si trova l’isolotto dell’Ogliastra raggiungibile con imbarcazioni proprie e con battelli: una splendida massa di granito porfirico rosa alto 47 metri ed esteso oltre 10 ettari, circondata da due piccole isolette completamente disabitate. Il mare cristallino dai fondali colorati circonda l’isola dalle rocce aguzze granitiche rosse dove vivono colonie di diverse specie di uccelli, un’oasi speciale per gli amanti della natura.

All'ingresso dell'abitato di Lotzorai, su una collina di roccia granitica è situato il Castello della Medusa, costruito in epoca medievale sui resti di una più antica costruzione punica. La sua storia è strettamente legata a questa località e all'intera piana. Nel tardo mondo antico e nell'alto medioevo questa fortificazione si chiamava Ogliastri Castrum, mentre è nell’Ottocento che assunse il nome di Castello della Medusa.

 

Ci vediamo sabato 27 e domenica 28 a Lotzorai: scarica il programma completo.

COME ARRIVARE A LOTZORAI PER LA PRIMAVERA

lotzorai primavera sardegna mappa