Appuntamento con Monumenti Aperti a Cagliari domenica 22 maggio 2022, scopri il programma!

monumenti aperti cagliari 2022

Monumenti aperti a Cagliari domenica 22 maggio 2022

lista Monumenti Cagliari 2022

Sabato 21 e domenica 22 maggio la città di Cagliari ospita la ventiseiesima edizione di Monumenti Aperti.

Monumenti Aperti Cagliari 2022:  Quarantatré monumenti, 4 itinerari tematici e un progetto dedicato alla municipalità di Pirri, 9 iniziative speciali e un urban game che si svolgerà nel quartiere di Villanova. Tutto, come sempre, con un occhio di riguardo a quanti si trovano in condizioni di svantaggio e disabilità temporanea o permanente, attraverso iniziative e strumenti che facilitano l’accessibilità ai monumenti, grazie alla preziosa collaborazione di tante associazioni di volontariato insieme ad istituzioni ed enti pubblici e privati che con grande generosità concorrono alla realizzazione di questa importante esperienza che rende ogni anno più democratica la conoscenza del nostro patrimonio culturale.

Racconteranno, custodiranno e gestiranno i monumenti circa 2500 volontari provenienti da 32 associazioni, 33 Istituzioni/proprietari e gestori di beni, 37 scuole di cui 22 appartenenti alla secondaria di secondo grado, 9 a quella di primo grado e 6 alla primaria. Per la prima volta, la manifestazione si tiene sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo.

I MONUMENTI DA VISITARE

Quarantatré i monumenti che la manifestazione propone quest’anno: Area archeologica Sant’Eulalia, Basilica di San Saturnino, Biblioteca metropolitana “Emilio Lussu”, Casa Massonica, Castello San Michele, Cattedrale, Chiesa della Purissima, Chiesa di San Michele, Chiesa di Sant’Agostino, Chiesa di Santa Lucia, Chiesa di Santa Maria del Monte, Chiesa di Sant’Eulalia, Chiesa e Cripta del Santo Sepolcro,  Chiesa di Sant’Efisio, Cimitero di Bonaria, Cittadella dei Musei e Fortificazioni, Collezione “Piloni”, Consiglio Regionale della Sardegna, Cripta di Santa Restituta, EXMA, Galleria comunale d’arte, Il Ghetto, Giardino della Facoltà di Economia, Istituto dei ciechi, Lazzaretto di Sant’Elia, Legione dei Carabinieri, Museo d’arte siamese “Cardu”, Museo delle Ferrovie dello Stato, MUACC – Museo delle Arti Contemporanee, Orto Botanico, Orto dei Cappuccini, Palazzo Civico, Palazzo dell’Università, Palazzo Siotto, Palazzo Viceregio, Parco di Villa Devoto, Parco di Molentargius, Parco Nervi, Sotterranei dell’Istituto Salesiani, Spazio San Pancrazio, Teatro e Arte dei Burattini Is Mascareddas, Torre dell’Elefante, Tuvixeddu Parco archeologico.

Scorci di quartieri storici con vista sul mare, vie dello shopping e terrazze panoramiche, tra cui l’inimitabile bastione di Santa Croce, dove trascorrere romantiche serate dopo tramonti infuocati. Cagliari è la città principale e più popolosa dell’Isola, al centro di un’area metropolitana di 430 mila abitanti (oltre 150 nel solo capoluogo), nonché porta d’accesso della Sardegna e hub crocieristico del Mediterraneo. Custodisce nei quattro quartieri storici vicende millenarie che vanno dalla preistoria al governo sabaudo.

Il quartiere Castello sorge sul colle più alto, caratterizzato da antichi bastioni, oggi terrazze in cui si anima la movida, e da pittoresche stradine su cui si affacciano dimore nobiliari: Palazzo Regio e Palazzo di Città, oltre alla cattedrale di santa Maria. Di grande fascino sono le torri medievali di ingresso al castello, dell’Elefante e di san Pancrazio.

Villanova è collegata a Castello dalla scalinata del bastione di saint Remy: ogni anno a Pasqua nel quartiere si respira un’aria di appassionata devozione durante la Settimana Santa, tutto l’anno, invece, ti accoglie nelle sue eleganti boutique e fra i suoi tesori: chiostro di san Domenicochiesa di san Saturnino e basilica di Nostra Signora di Bonaria, tempio cristiano della Sardegna.

Ai piedi del Castello scenderai alla Marina, che ti rimarrà impressa per gli splendidi edifici e i portici di via Roma, compreso il Palazzo Civico. Nata per accogliere pescatori e mercanti, è simbolo di una città multietnica. Nel quartiere troverai la chiesa di sant’Eulalia, con preziosi resti di epoca romana.

Mentre l’altro quartiere storico di Stampace si colora ogni primo maggio per la Festa di sant’Efisio, appuntamento atteso da tutta l’Isola. Tra le sue strette stradine c’è la chiesa barocca di sant’Anna. A pochi passi dal centro storico, non perdere l’Anfiteatro, una delle maggiori testimonianze romane della Sardegna, e l’Orto Botanico, oasi verde nel centro città.

Fuori dal centro città, ammirerai castello di san Michele e Tuvixeddu, la più grande necropoli fenicio-punica del Mediterraneo (VI-III secolo a.C.). Alla fine del tour culturale, potrai immergerti nelle mille attrazioni naturalistiche: la laguna di Cagliari, il parco di Molentargius-Saline, da percorrere in mountain bike osservando il volo dei fenicotteri rosa, e il mare. Fai un tuffo al Poetto, spiaggia cittadina di morbida sabbia lunga otto chilometri fiancheggiati da percorso pedonale e pista ciclabile. Splendida anche di notte, quando rivela il suo lato glamour. Dal Poetto puoi partire in escursione verso Calamosca e la Sella del diavolo. Infine gusta le prelibatezze: gli spaghetti con bottarga e carciofi, la burrida, a base di gattuccio di mare e noci, e la fregula con cocciula, palline di semola con le vongole.

Fonte https://monumentiaperti.com/

monumenti aperti sardegna 2021