AUTUNNO IN BARBAGIA 2020 A MAMOIADA

Comunicato degli organizzatoriIn funzione della pandemia in corso, delle misure di contenimento contro la diffusione del virus Covid-19 e dell’alta capacità di assembramento della manifestazione, in concordia con la camera di commercio di Nuoro e l’Aspen, si è deciso di annullare l’evento Autunno in Barbagia 2020 e di conseguenza anche l’edizione di Sas Tappas in Mamujada 2020.

Un anno di stop forzato per il paese di Mamoiada e per tutto il circuito barbaricino che potrà però essere utile per ragionare sulla natura della manifestazione e per studiare nuove iniziative in attesa della prossima edizione.

autunno barbagia mamoiada 2020
Foto dalla Pagina Facebook "Sas Tappas In Mamujada"

Autunno in Barbagia a Mamoiada

Booking.com

Anche se quest’anno Autunno in Barbagia non ci sarà vi invitiamo a visitare Mamoiada in tutti i mesi dell'anno.

Autunno in Barbagia a Mamoiada: Il misterioso menhir Sa Perda Pintà (o stele di Boeli) è uno dei meravigliosi ritrovamenti scoperti nel comune di Mamoiada, ricco di siti archeologici. Su fertili terreni d’origine granitica, con microclima temperato e alte escursioni termiche tra il giorno e la notte, prosperano le vigne da cui si ottengono rinomati vini, produzioni eccellenti delle cantine locali e importante risorsa economica del centro.

Abbondanti sorgenti danno vita ad una natura rigogliosa che si estende sulle distese di pascoli percorse dalle numerose greggi. L’allevamento, una delle principali attività produttive, caratterizza il paesaggio anche per la presenza dei cosiddetti sentieri dei pastori, incantevoli strade rurali della transumanza da cui si possono intraprendere affascinanti escursioni a piedi o in mountain bike.

Il 17 gennaio con la festa di Sant’Antonio Abate 2020 ha inizio il carnevale isolano con l’accensione dei grandi fuochi rituali: ogni anno a Mamoiada si ripete un antichissimo cerimoniale animato dalle maschere tradizionali più famose dell’Isola i Mamuthones e Issohadores che sfilano anche durante Autunno in Barbagia. Diversi esemplari di queste straordinarie maschere sono esposti nel Museo delle Maschere Mediterranee in cui si possono ammirare altre rappresentazioni del carnevale barbaricino a confronto con le maschere di alcuni paesi europei e mediterranei.

Anche se quest’anno Autunno in Barbagia non ci sarà vi invitiamo a visitare Mamoiada in tutti i mesi dell'anno.

  • Il misterioso menhir Sa Perda Pintà (o stele di Boeli) è uno dei meravigliosi ritrovamenti scoperti nel territorio, insieme a domus de Janas (tombe scavate nella roccia), dolmen, tombe dei giganti, nuraghi e un pozzo sacro.
  • Intensi profumi delle uve arricchiscono un paesaggio in cui predomina la vite e il castagno che ricoprono di caldi colori le dolci colline intorno al paese. Su fertili terreni di origine granitica, con microclima temperato, prosperano le vigne da cui si ottengono rinomati vini, produzioni eccellenti delle cantine locali.
  • I “sentieri dei pastori” sono incantevoli strade rurali della transumanza da cui si possono intraprendere deliziose escursioni a piedi o in mountain bike.
  • Sull’Altopiano di Lidana si trova l’affascinante santuario campestre intitolato ai santi Cosma e Damiano.
  • Il 17 gennaio con la festa di Sant’Antonio Abate ha inizio il carnevale e a Mamoiada si ripete un antichissimo cerimoniale animato dalle maschere tradizionali: Mamuthones e Issohadores. I primi portano sul viso una maschera nera, intagliata nel legno di pero selvatico o ontano, e indossano pelli ovine insieme a “sa carriga”, circa 30 kg di campanacci legati sulle spalle. Durante la sfilata per le vie del paese e intorno ai fuochi, i Mamuthones incedono con un particolare passo, quasi una danza, guidati dagli Issohadores. Questi ultimi sono vestiti con elementi maschili e femminili dell’abbigliamento tradizionale e portano sa soha, la fune con cui prendono a lazzo le persone.
  • Diversi esemplari di queste straordinarie maschere sono esposti nel Museo delle Maschere Mediterranee in cui si possono ammirare altre rappresentazioni del carnevale barbaricino a confronto con le maschere di alcuni paesi europei e mediterranei.
  • Per approfondire la conoscenza delle tradizioni locali e della storia e cultura del territorio si può visitare il Museo della cultura e del lavoro che vanta una interessante collezione dei meravigliosi abiti tradizionali.

VEDI TUTTE LE FOTO DI AUTUNNO IN BARBAGIA

Cortes Apertas dal 1° al 3 novembre 2019

Programma di Autunno in Barbagia a Mamoiada

Ecco il programma di Autunno in Barbagia a Mamoiada

Programma di Giovedì 31 Ottobre

Dalle ore 16:00 | Aperitappas: inaugurazione della manifestazione | Piazza San Sebastiano.

• Esibizione dei giovani fisarmonicisti di Mamoiada Alice Ladu e Giovanni Gungui.

• Apertura ufficiale delle esposizioni, mostre e Tappas.

• Esibizione “Launeddas”, a cura di Nico Agus | Piazza San Sebastiano.

• Vestizione del costume tradizionale di Mamoiada, a cura dell’Associazione Santu Cosomo e Santu Damianu | Piazza San Sebastiano.

Programma di Venerdì 1 Novembre

Dalle ore 10:00 | Apertura delle esposizioni, mostre e Tappas.

• Lavorazione delle candele artistiche e trucca bimbi, a cura di Elisa Puggioni | Corso Vittorio Emanuele III.

• Esibizione itinerante del gruppo musicale “Etnias”, con balli e canti tradizionali.

• Lavorazione delle maschere di Ruggero e Daniele Mameli | Via Antonio Crisponi 17.

Ore 14:30 | “A sas animas!”: tradizione popolare che vede i bambini del paese invadere case e Tappas ottenendo dolciumi e frutta di stagione.

Ore 15:00 | Sfilata del gruppo piccoli ‘Mamuthones e Issohadores’ Associazione Atzeni.

• Sfilata del gruppo piccoli ‘Mamuthones e Issohadores’ Associazione Pro Loco.

Ore 16:00 | Dimostrazione della lavorazione della “panedda” presso la Tappa di Mirko Piu | Vico Corso Vittorio Emanuele III.

• Lavorazione delle maschere di Antonello Congiu, con la partecipazione di Alessandro Congiu | Vico Corso Vittorio Emanuele III.

Ore 17:00 | Presentazione del calendario 2020 Associazione Turistica Pro Loco | Sede sociale, Via Sardegna 13.

Programma di Sabato 2 Novembre

Ore 09:00 | “A sas animas!”: tradizione popolare che vede i bambini del paese invadere case e Tappas ottenendo dolciumi e frutta di stagione.

Dalle ore 10:00 | Apertura delle esposizioni, mostre e Tappas.

• Lavorazione delle candele artistiche e trucca bimbi, a cura di Elisa Puggioni | Corso Vittorio Emanuele III.

• Lavorazione delle maschere di Ruggero e Daniele Mameli | Via Antonio Crisponi 17.

Ore 11:00 | Esibizione itinerante del gruppo musicale “Inghirios de ballu”, con musiche e balli tradizionali.

Ore 15:00 | Sfilata del gruppo ‘Mamuthones e Issohadores’ Associazione Atzeni.

Ore 16:00 | Dimostrazione della lavorazione del formaggio presso la Tappa di Mirko Piu | Vico Corso Vittorio Emanuele III.

• Lavorazione delle maschere di Antonello Congiu, con la partecipazione di Alessandro Congiu | Vico Corso Vittorio Emanuele III.

Programma di  Domenica 3 Novembre

Dalle ore 10:00 | Apertura delle esposizioni, mostre e Tappas.

• Lavorazione delle candele artistiche e trucca bimbi, a cura di Elisa Puggioni | Corso Vittorio Emanuele III.

• Lavorazione delle maschere di Ruggero e Daniele Mameli | Via Antonio Crisponi 17.

Ore 15:00 | Sfilata del gruppo ‘Mamuthones e Issohadores’ Associazione Pro Loco.

Ore 16:00 | Lavorazione delle maschere di Antonello Congiu, con la partecipazione di Alessandro Congiu | Vico Corso Vittorio Emanuele III.

Mostre ed eventi a Mamoiada per Autunno in Barbagia

• “Mamoiada si fa bella”: valorizzazione delle strade, dei vicoli e delle piazze di Mamoiada.

• Casa di fine 800 (Lolloveddu) ospita Big Mistake e Valentina Garau: una fusione di forme, argento e tessuti | Via Sardegna (vicolo chiuso Lolloveddu).

• Galleria d’arte “Lamas e Lumeras”: le lampade artistiche di Nicola Dessolis e lavorazione delle maschere | Corso Vittorio Emanuele III 68.

• Mostra di pittura, disegni e incisioni dei maestri sardi del ‘900 a cura di Rino Crisponi | Piazza San Sebastiano.

• Casa Museo di Enrico Angioi | Via XX settembre.

• Mostra degli scialli mamoiadini di Grazia Zoppeddu | Via Roma 6.

• Mostra fotografica di Franco Pinna | Su Tapiu.

• “Uomini alla macchia - 130 anni di banditismo sardo”: mostra documentale, oggettistico-fotografica a cura di Antoni Putzu | Cantina Puggioni.

• Mostra fotografica Mediterranea di Stefania Porcheddu | Cantina Mele.

• “Mamoiadarte”: evento artistico a cura di Giovanni Paddeu presenta “Connecting People” - Mostra collettiva d’arte contemporanea a cura di Ivana Salis | Museo Mater, sede Pro Loco Mamoiada, Cantina Sedilesu.

• Riproduzione e rivisitazione dei gioielli sardi con filo da ricamo, a cura di Giovanna Loi | Centro anziani.

• Esposizione di gioielli e borse in sughero e broccato sardo di Laura Balestrino | Centro anziani.

• Progetto di arte urbana: esposizione opere di Lukamura, Ledian Wireless Agoli e Luca Mulas - Evento “Manojada Cerca Artisti”, a cura di FramMentiCominiCanti Lukamura | Pub Agricolo, Cantina Pub Agricolo.

• Infiorata a cura del Gruppo Infiorata Arzachena | Piazza Santa Croce.

• Esposizione di oggetti realizzati dai detenuti alunni del CPIA 3 di Nuoro, a cura della Prof.ssa Pasqualina Ledda del CPIA 3 Nuoro | Corso Vittorio Emanuele III [presso attività candele artistiche].

• Mostra sui grani antichi e sulla loro lavorazione a cura dell’Associazione Seminow | Via Mazzini.

• “Maschere e archetipi”: esposizione di gioielli e arti visive a cura di Simone Loi | Sagrestia Nostra Signora di Loreto.

• “La casa del pane”: lavorazione del ‘pane carasau’, ‘pane lentu’ e ‘pane modde’ | Via Nuoro 8.

COME ARRIVARE A MAMOIADA PER AUTUNNO IN BARBAGIA

 

 

INFORMAZIONI

Associazione turistica culturale Comitato Sas Tappas in Mamujada
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel. 0784 56023
PDF EVENTO

A cura di Aspen Nuoro

cuore-sardegna-autunno-barbagia

NON PERDERTI LE FOTO DI AUTUNNO IN BARBAGIA DELLO SCORSO ANNO!