Il 25 e 26 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2021, a Cagliari riapre ai visitatori la Tomba delle spighe e dei pesci.

tomba pesci spighe cagliari GEP2021

Il 25 e 26 settembre riapre a Cagliari la Tomba delle spighe e dei pesci.

L'iniziativa prevista per il week end delle Giornate Europee del Patrimonio ha suscitato molto interesse, i posti sono esauriti. Speriamo di poter ripetere presto l'evento.

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2021, il Segretariato Regionale del Ministero della Cultura per la Sardegna, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna, promuove un nuovo appuntamento di “Cantieri aperti”, le speciali visite guidate sui cantieri in corso, in condizioni di assoluta sicurezza per i fruitori e per i beni, durante le varie fasi di restauro e valorizzazione.

 La Tomba delle Spighe e dei Pesciil monumento che conserva uno degli esempi più importanti di pittura e stucchi romani a Cagliari.

Questa sarà la volta della Tomba delle Spighe e dei Pesci, il monumento che conserva uno degli esempi più importanti di pittura e stucchi romani a Cagliari e che deve il suo nome alle decorazioni descritte da Giovanni Spano 150 anni fa e miracolosamente scampata alle successive trasformazioni della struttura.

La tomba, riscoperta dalla Soprintendenza nel 1996, era nascosta da costruzioni fatiscenti e versava in uno stato di abbandono. Dopo il restauro, durato due anni (€ 300.000,00), sono tornate alla luce le sue decorazioni straordinariamente, conservatesi al di sotto di strati di sporco ed incrostazioni.

Nel 2020 ha preso avvio, ed è attualmente in fase di realizzazione, un ulteriore progetto finanziato dal Ministero della Cultura (€ 800.000,00) in cui è prevista, tra gli altri interventi, la costruzione della bussola d’ingresso della Tomba che permetterà la fruizione pubblica.

Il monumento è stato aperto ai visitatori in un'unica occasione lo scorso ottobre 2020 e le Giornate Europee del Patrimonio rappresentano un'opportunità preziosa per conoscere questo eccezionale e delicatissimo monumento.

Ad illustrare i lavori e accompagnare i visitatori saranno i tecnici ed il personale del Segretariato Regionale e della Soprintendenza Lucio Cabras, Massimo Casagrande, Giovanna Merella, Giovanna Pietra, Anna Piga, Enrico Trudu, Gianluca Zini.

Le visite, gratuite e della durata circa di 20 minuti, si svolgeranno sabato 25 settembre dalle ore 15:00 alle ore 19:00 e domenica 26 settembre dalle ore 9:00 alle ore 17:00.

I visitatori potranno accedere in piccoli gruppi, all'ingresso verrà chiesto il Green Pass, sarà misurata la temperatura e viene richiesto di indossare correttamente la mascherina.

La prenotazione online è obbligatoria tramite la compilazione del modulo disponibiile sul sito del Segretariato Regionale.

La "Tomba dei pesci”, unica - nella necropoli romana di Tuvixeddu a Cagliari - per le sue forme monumentali e per la sua splendida decorazione in stucco.

tomba dei pesci tuvixeddu cagliari

Ghirlande, corone, maschere e spighe emergono in morbido rilievo da sfondi dipinti a vivaci colori - rosso, giallo, blu e verde; una ricca varietà di pesci - tra i quali si riconoscono scorfani, spigole, razze, delfini e polpi - si muove con grazia nel profondo blu del mare.

La tomba risale, probabilmente, al II secolo d.C. e con la vicina Grotta della Vipera, con quella, più distante, di Rubellio e delle sue mogli e con molte altre meno noti sepolcri e colombari, compone, mirabilmente, la quinta scenografica con la quale le famiglie benestanti della Cagliari romana accompagnavano i propri cari nel viaggio oltre la vita.

Descritta, con estasiato stupore, da Giovanni Spano nell’Ottocento, a lungo dimenticata e solo recentemente riscoperta, dal 2017 è stata sottoposta ad un intervento di scavo, restauro e valorizzazione, condotto dalla Soprintendenza ABAP di Cagliari con il supporto del Segretariato regionale MiBACT per la Sardegna, grazie al quale è stato possibile recuperare sia la leggibilità della decorazione, sia dati inattesi sull’edificio funerario e sulla necropoli romana di Tuvixeddu.

iscrizione canale whatsapp paradisola

Paradisola è anche su WhatsApp con il suo canale dedicato: trovi tutti gli eventi da non perdere, le ultime notizie e tante proposte vacanze dedicate alla Sardegna!