Menu

Colombina dorata (Commestibile)

russula aurata SPECIE: aurata (With.)Fries
ETIMOLOGIA:lat.: agg. auratus,a,um = dorato, per il colore
COMMESTIBILITA':Commestibile
SINONIMI:
CARNE: Bianca. Dolce, tenera. Gialla sotto la cuticola del cappello, tale caratteristica individua con precisione la specie.
SPORATA: Gialla
HABITAT: Boschi di latifoglie o boschi misti di conifere e latifoglie.
GAMBO:
Alto fino a 9 cm. Cilindrico, rugoso, bianco con larghe macchie gialle.
CAPPELLO:
Ampio fino a 12 cm. Inizialmente tondeggiante, si apre a maturità fino a diventare depresso al centro. Colori misti, rossi e giallo oro. Cuticola parzialmente separabile, asciutta. Lamelle color crema, nella parte aderente al cappello, gialle per il resto.
NOTIZIE GENERALI:
Ormai ben conosciuto da molti cercatori, questo fungo non presenta difficoltà di riconoscimento essendo ben caratterizzato dalla vistosità dei colori.

Chiesa campestre Santa Maria Iscalas

Chiesa Campestre Santa Maria Iscalas
Cossoine

E’ la più antica delle chiese di Cossoine, risale al periodo bizantino, venne edificata nell'anno mille, dai monaci Camaldolesi. La chiesa realizzata in pietra calcarea bianca, ha pianta a croce greca, il corpo centrale è sormontata da una cupola, da cui partono quattro bracci orientati verso i punti cardinali fu fondata nel VI secolo d.C. durante il primo periodo di dominio bizantino in Sardegna. Il suo nome deriva dal sentiero difficile da percorrere.


La festa
Ultima domenica di Agosto o la prima domenica di Settembre. I giovani del paese si occupano dei preparativi. La domenica pomeriggio, dopo la Messa, il simulacro viene riportato in paese.


Come si raggiunge
Dalla SS 131, all'altezza di Bonorva, si imbocca la SS 292 bis e si raggiunge il paese di Cossoine. Da qui si percorre una strada comunale asfaltata per circa 8 km sino alla chiesa, che sorge su un altopiano campestre fuori dal centro abitato. Partendo dal paese si prende una stradina bianca, la si percorre per circa 5 km. quindi si giunge su un'altura di 600 m. d'altezza, detta Monte Sa Costanza, sulla cima del quale troviamo la chiesetta di Santa Maria Iscalas.
Go to top