Menu

Comune di Orune

orune

Prefisso: 0784
Cap: 08020
Abitanti: 2.596
Altitudine: 745 m slm

» Comune
» Scuole
» Parrocchie
» Farmacie
» Meteo Orune

Con circa 2.500 abitanti, è un caratteristico centro della provincia di Nuoro. Il paese dista 25 km dal capoluogo ed è situato a circa 800 metri sul livello del mare, in una posizione che, tra le punte di Cuccumache, Cuccureteti e Sant' Andria, domina la vallata di Marreri.

Il territorio orunese comprende circa 13.000 ettari di cui 6.500 di terre pubbliche di grande interesse archeologico che testimoniano una notevole presenza umana già in epoca neolitica, come dimostrano i Dolmen di Istithi non lontani dall' omonima Tomba dei Giganti, i Menhir e Sas Predas' Ittas delle sue campagne. Ma Orune si distingue sopratutto per le fonti e i pozzi templari disseminati in numero notevole come il Tempio a pozzo di Lorana, originariamente coperto da una cupola, la fonte templare di Su Lidone e lo splendido Tempio a pozzo di Su Tempiesu, unico nel suo genere, costituito da una piccola camera a tholos, come casa della vena d'acqua, quattro gradini, un' atrio con sedili, il tutto sovrastato da una costruzione dalla fronte triangolare in trachite. Rivestono anche particolare interesse i nuraghi di Santa Lulla, Nunnale, Su Pradu, Galile, Curtu, Ederosu, Serra de Mesu, Ila Ila e il villaggio nuragico di Sant'Efis., ricche di maestosi boschi di sughero, lecci e sorgenti, movimentato da altipiani granitici e profondi valloni. La flora e la fauna sono tipicamente mediterranee. Su tale territori si esplica prevalentemente l'attività' di allevamento del bestiame. Notevole interesse riveste l'attività artigianale, di lavorazione del sughero, tessitura di tappeti, confezione del costume tradizionale, di abiti di velluto e di calzature cucite a mano, un tempo abituale abbigliamento dei pastori e oggi molto ricercate dai giovani.

Gli orunesi celebrano le loro festività paesane di Santu Biasu il 3 febbraio, Su Cossolu il primo lunedì di agosto, Su Carminu l'ultima domenica di agosto. Particolarmente gradito ai bambini è il rito di A Sas Animas, ove gruppi spontanei, la sera del 2 novembre, vanno nelle case per chiedere dolci e frutti di stagione. Nelle ricorrenze citate di Su Cossolu e Su Carminu vengono indossati i costumi tradizionali.

Essenziale ma comunque colorato è il costume maschile. Molto bello quello femminile con il corpetto di panno ricamato con colori vivaci e la gonna di panno rosso ricamato, il grembiule di raso nero con il ricamo in rilievo.

Ad Orune sono da gustare il formaggio tipico col Pane Carasau, carne di porcetto arrosto, agnello e capretto, bollito di carne di pecora con patate e cipolle, la pasta fatta in casa: Maccarrones de unu Poddiche, Maccarrones Lados e de Arrittu, Su Pane Frattadu, insaccati vari confezionati in casa nonché la grande varietà dei dolci tradizionali quali Seadas, Casadinas, Montecadas, Cupulettas, Papassinos, Guelfos, Amarettos e S' Aranzada.

Da vedere:
chiesa parrocchiale di Santa Maria della Neve, chiesa di Santa Caterina, chiesa della Consolata, fonte sacra Su Tempiesu

 

Go to top