Menu
Sei qui: SardegnaArticoliTurismo e vacanzeProvincia di Cagliari: Turismo + 5% presenze nel 2016

Provincia di Cagliari: Turismo + 5% presenze nel 2016

porto-giunco-villasimius

Cominciano ad arrivare i primi dati statici ufficiali sull'andamento turistico del 2016 in Sardegna, per la quale si è finora stimato un aumento del 10% delle presenze. Secondo i dati del "Servizio statistiche della provincia di Cagliari", come pubblicati su AdMaiora infatti, si scopre che nel sud Sardegna si sono avute 3.071.709 presenze nel 2016, con un aumento del +5,6% sul 2015, quando si registrò un identico incremento sul 2014.

Un numero inferiore alle attese ma che comunque vede un aumento consistente di 160 mila presenze, ben 300 mila in 2 anni (furono 2.719.125 nel 2015). Vien da chiedersi se i numeri deludenti non siano dovuti al boom del sommerso e dell'abusivismo, facilitato anche dalle nuove formule di prenotazione online che proprio in questi giorni sono oggetto di battaglia in consiglio regionale. D'altronde si stima che un B&B su tre in Sardegna sia in nero. D'altro canto altre aree della Sardegna hanno corso decisamente di più, come ad esempio la Costa Smeralda, che ha fatto registrare un +29% di presenze

I turisti prefiscono gli hotel:

Quanto al comportamento dei turisti il 74% preferisce gli hotel (il 63% delle presenze sono di italiani e il 37% di stranieri, con una permanenza media rispettivamente di 4,1 e 4,6 notti). Da segnalare semmai è la dinamica mensile, a luglio e agosto ad esempio sono dominuiti gli italiani (che sono invece aumentati neigli altri mesi dell'anno, prove di destagionalizzazione?), mentre gli stranieri diminuiscono in primavera (da marzo a giugno) per aumentare a luglio, settembre e ottobre. La concentrazione delle presenze nel periodo giugno-settembre è del 81%, meno che in zone come la Gallura, anche per via dell'hinterland di Cagliari che attrae visitatori durante tutto l'anno, anche non a fini prettamente turistici.

Boom nel settore Extralberghiero:

Nel settore extralberghierio - affittacamere, case per vacanze, case per ferie, campeggi, ostelli, b&b - le presenze nel 2016 sono state 799mila (+17,5% sul 2015) con un notevole incremento sia degli italiani con un ottimo +24,3%,che degli stranieri (+9,2%) e soggiorni medi di 4,6 pernottamenti. Anche in questo caso la concentrazione delle presenze è nel quadrimestre giugno-settembre,con il 79,8% del totale. Buona, anche se ridotta, l'attività anche nei mesi spalla: aprile, maggio e ottobre. Da segnalare che gli incrementi maggiori si sono segnalati a Cagliari - dove negli ultimi anni si è assistito a un vero e proprio boom di strutture qali B&B e affittacamere - e Muravera.

Stranieri e Ryanair:

Si fa notare infine che le presenze degli stranieri sono state stacolate dalla riduzione delle rotte internazionali di Ryanair, secondo i dati forniti da Sogaer infatti la gran parte degli arrivi dagli altri paesi europei sono dati in calo all' aeroporto di Cagliari Elmas, talvolta anche marcato. Si noti che secondo i dati di Assoaeroporti nel 2016 gli arrivi dall'estero nello scalo del sud Sardegna sono stati solo 638.146, in calo del 13,5% rispetto al 2015.

Il maggior numero di turisti esteri - fa invece notare sempre Gianfranco Leccis, di AdMaiora - viene dalla Germania con 168.986 unistà (nel 2013 furono 214.154), in diminuzione anche inglesi (119.671), francesi, spagnoli (49 mila contro i 165.000 passeggeri del 2013), belgi e russi. In aumento soprattutto svizzeri e polacchi.

Go to top