Menu
Sei qui: SardegnaArticoliMusica, Arte e Cultura

Musica, Arte e Cultura

Domenica a Cagliari i maestri di launeddas Luigi Lai e Fabio Vargiolu

 

Luigi Lai e Fabio Vargiolu

Domenica a Cagliari i maestri di launeddas Luigi Lai e Fabio Vargiolu saranno gli ospiti del secondo appuntamento con aCòa

Secondo appuntamento domenica 19 maggio a Cagliari per aCòa, la rassegna che la Fondazione di ricerca Giuseppe Siotto dedica alle musiche tradizionali del Mediterraneo.

Questa volta al centro del matinée, in programma alle 11 nei suggestivi spazi del Palazzo Siotto di via dei Genovesi 114, saranno le launeddas, grazie alla presenza di maestri di questo strumento come Luigi Lai e Fabio Vargiolu.

L’incontro, dal titolo “Canne sonore”, sarà introdotto dal direttore artistico della manifestazione Marco Lutzu, e vedrà Lai e Vargiolu non solo suonare i propri strumenti ma anche interagire con il pubblico al quale saranno illustrati, ad esempio, i contesti sacri e profani in cui sono nate le musiche eseguite.

Il costo del biglietto è di 6 euro.

Informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Tel. 070 682384.

Da Vinci Experience a Bitti

 

da vinci experience 2019 bitti

DA VINCI EXPERIENCE A BITTI | 3 MAGGIO - 30 OTTOBRE 2019

IL PIÙ AFFASCINANTE E VISITATO PERCORSO MULTIMEDIALE IMMERSIVO DEDICATO AL GRANDE GENIO RINASCIMENTALE

DA VINCI EXPERIENCE: Nell’ambito delle celebrazioni del 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, la città di Bitti ospita "Da Vinci Experience", il più celebre e visitato percorso multimediale immersivo dedicato al grande genio rinascimentale.

La mostra, prodotta da Crossmedia Group, sarà in programma al Cinema Ariston di Bitti dal 3 maggio al 30 ottobre 2019, dal venerdì alla domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00.

 

Info:
Coop Istelai
Via Mameli, 52 - 08021 Bitti (NU) Sardegna - IT  Tel: 0784 414314 - 333 3211346
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

COME ARRIVARE A BITTI PER "DA VINCI EXPERIENCE"

A Dolianova una settimana a tutto Street Books per Tutta la città che Legge

 

dolianova street book 2019

A Dolianova una settimana a tutto Street Books per Tutta la città che Legge

Da mercoledì 15 a sabato 19 maggio a Dolianova una serie di iniziative dedicate al mondo dei libri, della lettura, della musica e dell’arte

Mercoledì 15 comincia un laboratorio per bambini e ragazzi dedicato al genio di Leonardo Da Vinci, giovedì 16 appuntamento alle 18 a San Pantaleo con il Kamishibai dedicato ai più piccoli, venerdì 17 in biblioteca si presenta Dassine, il nuovo romanzo di Gianpiero Fenu e sabato 18 in Aula Magna va in scena Terra Mia una serata di arte e musica con Francesco Picciau e gli Andhira

Street Books e Tutta la città che legge

presentano

Mercoledì 15 alle 16,30 nella Biblioteca Comunale di Dolianova , LAMPI DI GENIO - 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, un laboratorio creativo e di lettura curato da Eliana Aramu e Daniela Lecca e organizzato in collaborazione con Sidar. Chi era davvero Leonardo da Vinci? Alla scoperta del più grande genio mai esistito in 3 appuntamenti (i prossimi mercoledì 22 maggio e lunedì 27 alle 16,30) riservati a bambini e ragazzi. Per conoscere e scoprire la vita la pittura la scienza e la tecnica di Leonardo.

Giovedì 16 maggio alle 18 nel sagrato della Cattedrale di san Pantaleo tornano le affascinanti storie del kamishibay con Selvaggia, un racconto narrato e animato a cura dell’Associazione Casa della Luna. Il kamishibay, letteralmente “spettacolo teatrale di carta”, è una forma di narrazione che ha avuto origine nei templi buddisti nel Giappone del XII secolo e unisce la parola alle immagini. Il narratore si sposta per vie e piazze con il suo carretto / teatro, chiama a raccolta i bambini e mette in scena le sue storie. L’Associazione Casa della luna propone alle bambine e ai bambini un percorso sul piacere e la curiosità per la diversità culturale attraverso i valori del rispetto e della tolleranza, dando ampio rilievo al senso dell’identità e del vivere comune.

Venerdì 17maggio alle 19 nel Giardino della Biblioteca di Dolianova in piazza Brigata Sassari, il poeta Giampiero Fenu presenta il suo primo romanzo Dassine, frammenti di vita (Effetto). Interviene Carlotta Aresu

Sabato 18 maggio alle 20  nell’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo di Dolianova in viale Europa, TERRA MIA una serata dedicata all’arte e alla musica con l’inaugurazione dell’opera Parteolla una scultura di Francesco Picciau dedicata alla sua terra e il concerto degli Andhira (Elena Nulchis voce e armonium, Egidiana Carta voce e flauto, Elisa Zedda voce, Luca Nulchis pianoforte, armonium, voce). Durante la serata sarà attivo uno spazio Drink & Food.

Il progetto Street Books 2019, organizzato dall’associazione Circolo dei Lettori Miele Amaro è sostenuto dall’amministrazione comunale di Dolianova e dall’assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e da quello del Turismo.

Tutte le notizie, gli aggiornamenti e gli approfondimenti sul festival Street Books si trovano on line sul sito https://streetbooksdolianova.org e sulla pagina Facebok https://www.facebook.com/streetbooksdolianova/

Monumenti Aperti in Sardegna a Villanovafranca sabato 18 e domenica 19 maggio

 

monumenti aperti 2019 villanovafranca

Monumenti Aperti tornerà a Villanovafranca nei giorni di Sabato 18 e Domenica 19 maggio.

Villanovafranca (altitudine 260 metri slm) è un piccolo paese di circa 1500 abitanti ubicato nella Sardegna centro meridionale del Medio Campidano.

Adagiato in posizione dominante sulle caratteristiche colline rotondeggianti dell’alta Marmilla, al confine con la Trexenta, il paese vanta nel suo territorio la presenza di numerosi insediamenti e siti archeologici prevalentemente riferibili ai periodi proto nuragico e nuragico.

Il più importante di questi è sicuramente il nuraghe “Su Mulinu” (XVI° sec. a.c.- XI sec. d.c.). Ancora in fase di studio e di scavo, ha restituito un prezioso cimelio, unico nel suo genere: un altare sacrificale nuragico con vasca in arenaria locale, rinvenuto all’interno del vano E, cronologicamente riferibile all’ VIII° secolo a.c.. L’altare riveste enorme importanza nello studio della controversa utilizzazione dei nuraghe.

Il monumento megalitico, di forma complessa, si impone all’attenzione degli studiosi soprattutto come compendio dello sviluppo delle tecniche costruttive nuragiche dalle forme più arcaiche, aggittanti con corridoi piattabandati, fino alla tholos. Il monumento è parzialmente visitabile, con servizio guida su prenotazione. Si ricordano inoltre i nuraghe di Tuppedili, Baracca Dragonis, Trattasi, Perdu Atzeni, Riu Stangiu, Ruinali sa figu, Pranu sa feurra, Salamai, Paberi, Pranu, e altri ancora.

L’economia del paese è prettamente di carattere agricolo-pastorale. Di particolare rilevanza le produzioni di grano duro e le colture dell’ulivo, vite, mandorlo e del pregiato zafferano al quale è stato riconosciuto il marchio DOP. Rinomati i dolci prodotti con la pasta di mandorle. Ultimamente l’economia si sta diversificando interessando i settori agrituristico, bed & breakfast, valorizzazione prodotti locali e turismo culturale.

Di particolare pregio e orgoglio per la cittadinanza è l’esistenza del “Civico Museo Archeologico Su Mulinu”, con annesso laboratorio di restauro, che raccoglie i più significativi reperti rinvenuti nel territorio comunale ed in particolare nella zona nuragica di “Su Mulinu”. All’interno del museo, oltre alla riproduzione a grandezza naturale dell’altare sacrificale nuragico, è presente anche un percorso tattile per non vedenti.

Fonte
https://www.facebook.com/events/2300253373371766/

Visita lo speciale Monumenti Aperti in Sardegna

Monumenti aperti Cagliari 2019, l'inaugurazione sabato 11 maggio al Conservatorio

 

auditorium cagliari

Sabato alle 10,30 il “Da Palestrina” ospita l’inaugurazione di Cagliari Monumenti aperti

In occasione della due giorni di maratona culturale l’istituzione musicale propone un nutrito programma di iniziative

 

Sarà il ConservatorioGiovanni Pierluigi da Palestrina” a ospitare, sabato 11 maggio alle 10,30, l’inaugurazione della 23esima edizione di Cagliari Monumenti aperti, la manifestazione che per l’intero fine settimana toglie i lucchetti ai tesori della città. L’evento è il frutto dell’accordo firmato a febbraio tra l’istituzione musicale e la Onlus Imago Mundi, organizzatrice di Monumenti aperti. Un accordo che prevede una collaborazione sempre più stretta tra i due enti.

 

Non è tutto, perché in occasione della manifestazione anche quest’anno il “Da Palestrina” propone una nutrita proposta di eventi: nelle due giornate di sabato e domenica l’istituzione sarà presente in diversi siti per proporre dei momenti musicali che vedranno protagonsti i suoi studenti. Nella sola giornata di sabato sarà inoltre possibile partecipare a delle visite guidate organizzate all’interno dei suoi spazi di piazza Porrino.

 

Le visiste guidate. Sono in programma nella giornata di sabato dalle 9 alle 18. E’ previsto un percorso a tappe lungo il quale sarà raccontato come è fatto il Conservatorio, come si svolgono le lezioni, quale aria si respira nella vita di tutti i giorni dell’istituzione musicale.

 

I concerti. Nel Castello di San Michele la chitarrista Giulia Piga musicherà i racconti degli studenti dell’istituto tecnico De Sanctis e proporrà un repertorio di diversi brani per chitarra. Nel Ghetto di Santa Croce si esibiranno l’ensemble di Fiati guidato dal Maestro Luigi Muscio e quello di chitarre guidati dal Maestro Flaviano Dessalvi. E’ in programma anche l’esibizione di launeddas del giovane Nicola Agus, che proporrà musiche da lui stesso composte.  Musica anche nella Chiesa di Santa Rosalia con i concerti d’organo curati dalle docenti Antonella Ferru e Livia Sandra Frau. L’organo risuonerà anche nella Chiesa del Santo Sepolcro con i concerti a cura del Maestro Angelo Castaldo.

 

Anche l’auditorium del Conservatorio ospiterà dei concerti: sono previste esibizioni degli studenti delle classi di Pianoforte guidate da Rares Saghin, Teresa Zanda, Francesca Giangrandi, Giulio Biddau, Gabriela Mereu, Marcella Murgia, Stefano Figliola e Francesca Carta. Nella due giorni l’Auditorium ospiterà anche i concerti delle classi di Violino di Maria Elena Runza e Francesco Vargiu e di quelle di Musica da camera guidate da Alessandra Giura Longo e Michele Nurchis.

 

Durante i concerti saranno proposte le pagine più belle della musica di tutti i tempi da Bach a Mozart, da Prokfiev a Scott Joplin sino alle composizioni scritte per le launeddas.

 

Informazioni: tel. 070 493118. Pagina Facebook: Conservatorio Cagliari.

Go to top