Menu
Sei qui: SardegnaArticoliMusica, Arte e Cultura

Musica, Arte e Cultura

Primo Concorso Regionale di Musica Sarda

 

concorso regionale musica sarda

Sono aperte le iscrizioni per il I° Concorso Regionale “IL CANTO, LA VOCE DI UN POPOLO“.

Concorso di musica vocale Sarda dedicata allo scrittore e storico Raimondo Demuro di Siurgus Donigala.

Il concorso è organizzato dal coro femminile “LA CORALE“ associazione culturale che opera nel paese di Siurgus Donigala da 29 anni.

Al concorso si partecipa presentando un brano in lingua Sarda.

Sono ammessi solo 20 brani. Le iscrizioni devono pervenire presso l’indirizzo email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il regolamento, la scheda d’iscrizione, la liberatoria sulla privacy, potranno essere scaricati andando sul sito www.lacorale.com

I candidati verranno esaminati da una Commissione composta da elementi che operano nel campo del canto, della musica, della poesia. Il brano al quale verraè assegnato il primo premio assoluto riceveraè una borsa di studio di “500 euro” il secondo e terzo classificato riceveranno una targa .

La serata si terrà a Siurgus Donigala il 9 agosto 2019 alle h.22.00 sarà condotta da Ottavio Nieddu.

Con il giornalista Andrea di Robilant domani a Carloforte al via l'Isola dei libri

 

isola libri carloforte 2019

Il giornalista Andrea di Robilant inaugura domani a Carloforte la quarta edizione di L’Isola dei libri

Con una serata che vedrà ospite il giornalista Andrea di Robilant domani (giovedì 18 luglio) a Carloforte si inaugura la quarta edizione di l’Isola dei libri, manifestazione tra vicoli e caruggi dell’isola tabarkina organizzata dall’associazione culturale Saphyrina.

Booking.com

L’appuntamento è alle 20,30 in via Magenta dove di Robilant parlerà del suo “Autunno a Venezia. Hemingway e l’ultima musa” (Corbaccio, 2018).

Nel 1948 Hemingway e la quarta moglie sono diretti in Provenza, ma a causa del mal tempo sono costretti ad approdare a Genova. Per lo scrittore è uno schock: manca dall’Italia da quando aveva combattuto sul fronte italiano. Tra incontri memorabili, drink e battute di caccia si spinge fino a Venezia, dove conosce una giovane aristrocratica, Adriana Ivanich, la sua “ultima musa”.

Andrea di Robilant ha lavorato ccome giornalista in Europa, negli Stati Uniti e in America latina. Tra i suoi libri: Lucia nel tempo di Napoleone, Un amore veneziano, Sulle tracce di una rosa perduta

Informazioni: tel. 333 2872796/329 4274223. Pagina Fb: L’isola dei libri oppure Associazione culturale Saphyrina.

La manifestazione è organizzata con il contributo di: Comune di Carloforte, Hotel Villa Pimpina, Delcomar, Commerciale Puggioni, Vigna du Bertin, Dai giurnoli, Bar alla Fontana, Ordine degli psicologi della Sardegna.

 

Al via venerdì 12 luglio a Cagliari la prima edizione di “Marina Estate”

 

cagliari marina estate 2019

Al via domani (venerdì 12 luglio) al Teatro Sant’Eulalia di Cagliari la prima edizione di “Marina Estate”, rassegna teatrale organizzata da Theandric Teatro Nonviolento.

Da venerdì 12 luglio a domenica 4 agosto negli spazi del Teatro Sant’Eulalia (vicolo Collegio 2) di Cagliari va in scena Marina Estate, prima edizione della rassegna organizzata da Theandric Teatro Nonviolento nel suggestivo quartiere Marina.

Tre serate all’insegna del teatro contemporaneo: è questa la direttrice che caratterizza le scelte compiute da Maria Virginia Siriu, direttrice artistica della manifestazione che vedrà sul palco la Compagnia Figli d’Arte Medas con la nuova produzione “Furore” (al debutto), Anfiteatro Sud con lo spettacolo “A quel paese” e il Teatro Invito con lo spettacolo-concerto “Vengo anch’io!”.

Marina Estate è organizzata con il sostegno del MiBAC e della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport).
 
GLI APPUNTAMENTI

Il compito di inaugurare il trittico di appuntamenti di Marina Estate sarà affidato venerdì 12 luglio alle 21.30 alla compagnia Anfiteatro Sud, in scena con “A quel paese” di e con Francesco Civile e Daniel Dwerryhouse.

L’opera è ambientata In una grande e caotica città, dove vive Bruno Silenti, personaggio abitudinario e sempre attento ai rischi, per paura di esserne scottato. Silenti ha una madre molto briosa ma decisamente invadente e ossessiva che gli telefona in continuazione e con un tempismo davvero eccezionale. Come se non bastasse, Bruno è anche innamorato, e vorrebbe spedire alla sua amata un libro di rime da lui scritte, ma per un motivo o per un altro non riesce mai a farlo. Decisivo risulta il suo incontro con Felice Speranza, personaggio socievole, estroverso e anche un po' sbadato (l'opposto di Bruno), ma che con lui una fondamentale caratteristica in comune: è innamorato e non riesce a dichiararsi. Felice gli cambierà decisamente la giornata e Bruno inizierà la sua tragicomica avventura.

Una settimana dopo (venerdì 19 luglio) alle 21.30 sul palco del Teatro Sant’Eulalia salirà la Compagnia Figli d’Arte Medas con il debutto della nuova produzione “Furore” (di John Steinbeck).
Gianluca Medas porta in scena la Grande Depressione americana con l'epopea del contadino Tom Joad e della sua famiglia, nata dalla penna di John Steinbeck. Il vagabondo Tom, costretto a abbandonare la propria terra come tanti altri contadini provati dalla crisi e dalla carestia, si ritrova a condividere un granaio con un altro uomo, al quale racconta la propria storia. La narrazione essenziale di Medas è intervallata dalle canzoni di Woody Guthrie, il chitarrista errante ispiratore di Bob Dylan, che proprio a Tom Joad dedicò una bellissima ballata:“La stagione della vita comincia in Oklahoma ed è un vagare senza fine…”. Uno spettacolo emozionante confezionato in modo spartano, che pur parlando del passato costringe lo spettatore a guardare avanti. La drammaturgia è curata da Gianluca Medas, affiancato da Roberto Deidda alla chitarra e Francesco Medas alle sonorizzazioni live.
 
Cala il sipario sulla rassegna domenica 4 agosto alle 21.30 con lo spettacolo “Vengo anch’io!” del Teatro Invito.

Uno spettacolo-concerto che rievoca l’eccitante atmosfera della Milano negli anni ’60-'70 e celebra quel gruppo di amici e colleghi costituito principalmente da Enzo Jannacci, Giorgio Gaber e Dario Fo. Attorno a loro, i personaggi artistici che hanno caratterizzato la scena milanese di quel periodo, come Nanni Svampa, Ivan della Mea, Fiorenzo Carpi, Giorgio Strehler, Beppe Viola e Alda Merini. Canzoni, ma anche piccoli racconti, monologhi, poesie caratterizzano lo spettacolo: un caleidoscopio di personaggi come la Rita, el commissari, la Nineta, il Cerutti e l’Armando che conducono il pubblico in una passeggiata sul filo tra canzonetta e letteratura, tra teatro e divertissement, tra satira e nostalgia. In scena per l’occasione Luca Radaelli (canto e voce recitante), Luca Pedeferri (fisarmonica) e Enrico Fagnoni (contrabbasso).
 
INFO BIGLIETTI – Il biglietto intero per il singolo spettacolo costa 7 euro, ridotto under 26 costa 5 euro. I tagliandi sono acquistabili, inoltre, in prevendita su www.diyticket.it oppure direttamente presso il teatro il giorno dello spettacolo (dalle ore 19.00 alle 21.30).
 
IL TEATRO – Il Teatro Sant’Eulalia è situato presso la chiesa di Sant’Eulalia, nel quartiere Marina a Cagliari. Il luogo di culto venne edificato nel XIV sec. dai Catalani, nel punto in cui si trovavano la torre pisana di Lapola (antico nome del quartiere Marina) e la chiesetta di S.Maria del Porto. Si tratta di una delle più antiche chiese del quartiere, costruita in stile gotico-catalano, e intitolata alla patrona di Barcellona dai Catalani che avevano appena conquistato la città. Venne modificata diverse volte fino alla costruzione dell’attuale facciata, risalente al XX secolo; all'interno presenta una navata unica con volta a stella. Nel 1990, durante il restauro della sagrestia, venne scoperto un pozzo profondo 16 metri e colmo di detriti. Vennero quindi eseguiti degli scavi che portarono alla luce una porzione della città antica, tra cui una strada lastricata di epoca romana alla quale si sovrappose un'altra strada di epoca medievale. Sono stati portati alla luce anche i resti di un tempietto, un colonnato e vari ambienti sempre di epoca romana, successivamente riadattati nel periodo medievale. Alla chiesa è annesso il Museo del Tesoro di S. Eulalia, dove vengono custoditi paramenti e opere sacre di artigiani sardi dal XVI al XIX secolo, e il Teatro Sant'Eulalia.

LA COMPAGNIA - Theandric Teatro Nonviolento nasce nel 2001 dall'incontro tra l'attore e regista Gary Brackett e l'attrice, regista e studiosa di filosofia Maria Virginia Siriu. L'esperienza intorno alla quale si concretizza il progetto teatrale è la ricerca condotta dai fondatori sul rinnovamento dei linguaggi artistici in relazione al ruolo sociale del teatro come veicolo capace di canalizzare e divulgare una riflessione critica sull'uomo contemporaneo. L’associazione culturale Theandric svolge fin dalla sua fondazione un'attività di ricerca nell’ambito del teatro “politico”, inteso come teatro totale, un teatro che non ammette frattura tra spazio scenico e sociale ma intende riflettere insieme allo spettatore sui temi più urgenti del vivere contemporaneo e cercare insieme ad esso uno stimolo all’azione che necessariamente non si svolgerà nel momento in cui si vive il rito scenico, ma nella vita quotidiana. Questa ricerca si è focalizzata ben presto sulla nonviolenza come alternativa per la soluzione del conflitto a livello personale, sociale e politico. La nonviolenza è diventata una scelta di vita e il centro del lavoro teatrale, che persegue la sua diffusione e divulgazione attraverso due momenti: gli spettacoli e le manifestazioni culturali e i laboratori nei quali si lavora allo sviluppo della personalità nonviolenta attraverso le tecniche teatrali.

LA DIREZIONE ARTISTICA – Maria Virginia Siriu: laureata in Filosofia all'Università degli studi di Cagliari, debutta come attrice nello spettacolo Don Cristobal e Donna Rosita tratto da Federico Garcia Lorca per la regia di Guglielmo Ferraiola. Dal 1997 al 2000 approfondisce la formazione teatrale studiando con diversi membri del C.I.C.T. di Parigi diretto da Peter Brook: Bruce Myers, Yoshi Oida, Alain Maratrat, Tapa Sudana, Karunakaran Nair, Miriam Goldschmidt e Sotigui Koiuaté. Nel 1997 frequenta un laboratorio del Living Theatre in cui conosce Judith Malina con cui collaborerà come direttrice di scena e assistente di regia fino al 2003 presso il Living Europa. Con la storica compagnia fondata da Beck e Malina parteciperà alla nuova produzione Resistenza Adesso e in workshop e riprese dedicate a produzioni classiche della compagnia come Mysteryes and the Small Pieces e Utopia. Dal 2003 cura le regie della compagnia Theandric, realizzando spettacoli che hanno spesso debuttato nei festival internazionali, su cui spicca il Fringe Festival di Edimburgo.

 

 

Dal 12 al 28 luglio il Festival Liberevento 2019

 

festival liberevento

Domani al via l’ottava edizione di Liberevento

Il festival tra letteratura, musica e teatro quest’anno fa tappa a Calasetta, Gonnesa, Villamassargia, Isili, Posada, Budoni, Bortigiadas

Tra gli ospiti: Luca Bianchini, Beatrice Mariani, Manuela Pompas, Beppe Severgnini, Francesca Reggiani

Booking.com

Edizione numero otto per Liberevento, il festival tra letteratura, musica e teatro organizzato dall’associazione Contramilonga, diventato negli anni punto di riferimento delle estati nel Sulcis. Dietro la direzione artistica dello scrittore e giornalista Claudio Moica, e di quella musicale del compositore e bandoneonista Fabio Furìa, dal 12 al 28 luglio tra Villamassargia, Gonnesa, Calasetta, Isili, Posada, Budoni e Bortigiadas 12 appuntamenti (altri quattro se ne aggiungeranno nell’appendice in programma dal 4 al 7 agosto) vedranno ospiti alcuni dei protagonisti del giornalismo di oggi.

 

Rispetto agli anni passati, stavolta il festival si presenta forte non solo di un maggior numero di date ma anche di una più ampia diffusione sul territorio, con incontri che superano i confini del Sulcis per spostarsi sino al nord Sardegna.

 

Primo appuntamento domani (venerdì 12 luglio) alle 22 a Villamassargia dove in pizza Pilar, davanti all’omonima chiesa medievale, arriva la giornalista Manuela Pompas. Redattrice per trent’anni del settimanale Gioia, e tra le più attente divulgatrici in Italia degli studi sulla profondità del potenziale umano, Pompas parlerà del suo libro Storie di reincarnazione (Tecniche nuove edizioni, 2018), e non solo, incalzata dalle domande di Claudio Moica.

 

Il giorno dopo, sabato 13 luglio, ci si sposta a Gonnesa dove alle 21,30, nel suggestivo scenario del Nuraghe Seruci, arriva un volto noto della tv: quello di Antonio Caprarica, autore di numerosissimi reportage dall’estero realizzati come inviato per diverse testate. Nell’incontro moderato dallo storico d’arte Marco Loi, Caprarica presenterà il suo ultimo lavoro: Royal Baby (Sperling&Kupfer, 2018). Domenica 14 luglio, l’autore sarà anche a Calasetta, per un incontro in programma alle 22 sotto la Torre Sabauda.

 Beppe Severgnini

La Torre Sabauda di Calasetta sarà lo scenario che ospiterà anche l’appuntamento di giovedì 18 luglio, sempre alle 22, quando arriverà lo scrittore ed editorialista del Corriere della sera Beppe Severgnini con il suo libro Italiani si rimane che verrà messo in scena attraverso un reading, con accompagnamento musicale dal vivo con Serena Del Fiore.

 

Sabato 20 luglio si ritorna nella magica atmosfera del Nuraghe Seruci di Gonnesa: ospite della serata, in programma alle 21,30, sarà Beatrice Mariani che presenterà Una ragazza inglese, suo romanzo d’esordio uscito l’anno scorso per Sperling & Kupfer. Lo stesso giorno, ma a Calasetta, alle 22 Liberevento propone il Concerto d’estate, con la banda musicale “G. Puccini”. Beatrice Mariani sarà protagonista con il suo libro anche domenica 21 luglio alle 22 a Calasetta, sabato 27 luglio, alle 21, in piazza Santa Croce a Bortigiadas, domenica 28 luglio alle 21 in piazza Rockfeller a Posada. A moderare le serate sarà Manuela Zurru.

 

Quadruplo appuntamento anche per lo scrittore e conduttore radiofonico Luca Bianchini, amico ormai di vecchia data di LibereventoBianchini (reso famoso dalla trasmissione di Radio 2 Rai Colazione da Tiffany) sarà martedì 23 luglio (alle 22) in piazza Pilar, a Villamassargia; mercoledì 24 luglio alle 19 in piazza San Giuseppe, a Isili; giovedì 25 luglio alle 21,30 in piazza Einaudi, a Budoni, e venerdì 26 luglio alle 21,30 al Nuraghe Seruci di Gonnesa. Parlerà di So che un giorno tornerai, romanzo di formazione pubblicato da Mondadori. Gli incontri saranno moderati da Marco Loi. Dopo l’incontro la serata prosegue con la pièce teatrale Pian della tortilla, di e con Simeone Latini accompagnato dai musicisti Michele Sarti ed Enrico Travaglione.

 

Luglio si chiude all’insegna della comicità con l’attrice Francesca Reggiani che sabato 27 sarà alla Torre Sabauda di Calasetta per presentare il suo libro Sono italiana ma voglio smettere, edito da Ultra, una carrellata delle sue migliori performance e dei suoi personaggi più famosi: da Sabrina Ferilli a Daniela Santanché sino a Donatella Versace.

 

Dopo aver lasciato la prima sezione, dedicata ai diversi temi trattati dagli ospiti nei loro libri, Liberevento ritorna dal 4 al 7 agosto a Calasetta con una sezione dedicata al tema “Giornalisti o giornalai?”.

 

LiberEvento è realizzato con il contributo di: Regione Autonoma della Sardegna- Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport,  e Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio, Fondazione di Sardegna, Comune di Calasetta, Gonnesa e Villamassargia.

 

La manifestazione è realizzata anche in collaborazione con: Associazione Presidi del Libro, associazione culturale Anton Stadler, Pettirosso editore, Libreria Mondadori Point Sant’Antioco, Consorzio Turistico per l’Iglesiente, World Sardinia, Sistema Bibliotecario del Sulcis, Sistema Bibliotecario del Sarcidano/Barbagia di Seulo, Fondazione MACC, Cantina Aru.

Bookolica. Il festival dei lettori creativi

 

bookolica tempio Pausania 2019

Bookolica. Il festival dei lettori creativi

Tre giorni di presentazioni con gli autori, anteprime editoriali, conversazioni tra letteratura e arti visive, cinema d’autore, reading concerto, performance poetiche e laboratori
dal 26 al 28 luglio 2019

Tempio Pausania, Sardegna

Booking.com

Dopo l’esordio della prima edizione, Bookolica, il festival dei lettori creativi torna nella cornice dell’Alta Gallura in Sardegna per una seconda edizione tutta da scoprire.

Nel weekend dal 26 al 28 luglio 2019 Bookolica animerà le strade dei comuni di Tempio Pausania e Bortigiadas con una tre giorni dedicata alla letteratura e alle arti visive alla presenza di ospiti di portata nazionale e internazionale. L’evento sarà il punto di incontro per un pubblico ampio e variegato che avrà l’opportunità di partecipare a un ricco calendario di eventi dove la “cultura del libro” ne farà da protagonista in tutte le sue molteplici sfaccettature. Appuntamenti ed incontri che animeranno suggestive locations in uno scambio virtuoso di saperi e cultura.
Anche per l’edizione 2019 il file rouge del festival è il dialogo tra parola e immagine nonché tra la letteratura e le arti visive e performative. La letteratura diventa luogo di convergenza e propulsione degli altri linguaggi creativi per generare - attraverso le parole - immagini e immaginario, visioni e visionarietà: una contaminazione di segni e codici diversi che vuole essere il tratto distintivo della manifestazione.

Bookolica si pone l'obiettivo di accentuare la centralità del lettore e della comunità locale nel proprio contesto ambientale, riscoprendo i luoghi come libri interattivi da sfogliare, ri-leggere e nei quali sentirsi protagonisti consapevoli. Il festival si fa promotore attivo dell’importanza della lettura, intesa come piacere individuale e bene comune, essenziale per la crescita culturale, per lo sviluppo della conoscenza e della personalità e per la costruzione di “lettori forti”, maturi, consapevoli e liberi. Un particolare sguardo sarà poi rivolto all’editoria digitale, un mercato in continua crescita in Italia, che offre un approccio sempre più interattivo e integrato e apre nuovi scenari per il futuro.
Bookolica è organizzato dall'Associazione Culturale Bottega No-Made, finanziato dalla Regione Sardegna con il sostegno dei Comuni di Tempio Pausania, Bortigiadas e Torralba. Media Partners L'Aeroporto Olbia Costa Smeralda e Tiscali.

I PROTAGONISTI DELLA SECONDA EDIZIONE

Tra i numerosi ospiti, lo scrittore di culto Antonio Moresco e l’altrettanto leggendario illustratore, fumettista e regista Lorenzo Mattotti.
Antonio Moresco, considerato uno dei maggiori scrittori viventi italiani, presenterà la sua ultima fatica, Il Grido (Sem 2018), e Lo sbrego (nuova edizione Sem 2019), il libro dove riporta in vita gli scrittori che hanno segnato in profondità la sua esistenza. Moresco sarà inoltre protagonista dell’evento conclusivo del festival con un concerto, assieme al musicista e compositore Fabio Zuffanti, anteprima del loro disco in uscita in autunno Camminare da solo di notte (AMS Records).
Lorenzo Mattotti incontrerà il pubblico per parlare delle nuove edizioni Logos dei suoi libri L’uomo alla finestra (2018) e Lettere da un tempo lontano (2019).
Saranno presenti inoltre, tra i nomi già confermati, lo scrittore e cineasta Jonny Costantino che presenterà le prime edizioni italiane (pubblicate dall’editore Lamantica) di due libri del mitico scrittore svizzero Blaise Cendrars, l’attrice e doppiatrice Michela Atzeni, il poeta e performer Domenico Brancale, il regista e scrittore Luca Ferri, il filosofo e critico cinematografico Francesco Cattaneo, il narratore e sceneggiatore Andrea Appetito e molti altri.

GLI EVENTI COLLATERALI

Dopo un’anteprima nazionale a Bologna nel mese di giugno e alcuni eventi cominciati a marzo al Teatro Massimo di Cagliari in collaborazione con SardegnaTeatro, Bookolica regalerà al pubblico due eventi collaterali “spin-off” al termine del festival.
Il 30 luglio 2019 al Museo Nivola di Orani sarà proiettato il corto/documentario Le Corbusier in Calabria di Jonny Costantino e Fabio Badolato (BaCo Productions) sonorizzato dal vivo dal chitarrista e compositore Gionata Mirai.
Nella giornata del 4 agosto Bookolica si sposta a Torralba per un evento speciale: la sonorizzazione dal vivo del nuraghe Santu Antine e la mostra collettiva a cielo aperto allestita da Squadro, galleria d’arte di Bologna; nella stessa giornata sarà organizzato un laboratorio di illustrazione per bambini.


INFORMAZIONI UTILI

TITOLO: Bookolica. Il festival dei Lettori Creativi
QUANDO: 26-27-28 luglio 2019 - 30 luglio e 4 agosto 2019
DOVE: Tempio Pausania, Bortigiadas (varie sedi) - Orani e Torralba

L'ACCESSO A TUTTE LE INIZIATIVE È GRATUITO

CONTATTI
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
SITO: https://www.bookolica.it

 

Go to top