Menu
Sei qui: SardegnaArticoliMusica, Arte e Cultura

Musica, Arte e Cultura

MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro - Programmazione 2020

 

 

MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro

Programmazione espositiva 2020

 

Kiluanji Kia Henda


Kiluanji Kia Henda
Something Happened on the Way to Heaven
a cura di Luigi Fassi
 
Da venerdì 31 gennaio a domenica 1 marzo 2020
 Opening: venerdì 31 gennaio 2020 ore 19.00

Il MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro presenta, da venerdì 31 gennaio a domenica 1 marzo 2020, la prima grande mostra personale in un museo europeo dedicata a Kiluanji Kia Henda (Luanda, Angola, 1979), uno dei più significativi artisti e attivisti di origine africana nello scenario dell’arte contemporanea.
Something Happened on the Way to Heaven è una mostra curata da Luigi Fassi, direttore del MAN, prodotta ad hoc per il museo di Nuoro che in collaborazione con la Fondazione Sardegna Film Commission ha invitato l’artista a soggiornare sull’isola e a offrire il proprio sguardo estetico sulla Sardegna. Il progetto ripropone una modalità di invito-residenza già attivato lo scorso anno con l’artista franco-ivoriano François-Xavier Gbré e prosegue una linea di ricerca avviata dal MAN sulla scena artistica africana contemporanea.
 
Something Happened on the Way to Heaven presenta una serie di opere scultoree e installative realizzate ex-novo da Kiluanji Kia Henda durante il soggiorno sull’isola, accanto a lavori fotografici precedentemente prodotti. Nelle opere di nuova produzione le bellezze paesaggistiche della terra sarda si fondono con le tracce architettoniche della Guerra Fredda e delle basi militari ancora presenti sull’isola.
 
 Il progetto espositivo sarà poi presentato dal MAN all’interno degli spazi espositivi della Galerias Municipais di Lisbona nel mese di ottobre 2020.


Alberto Della Marmora Carte Géologique Sardaigne
Alberto Della Marmora, Carte Géologique de l'Ille de Sardaigne, Torino, 1856, cromolitografia, 123x79 cm-min

Il regno segreto. Sardegna-Piemonte: una visione postcoloniale
a cura di Luca Scarlini

Da venerdì 13 marzo a domenica 14 giugno 2020
Opening: venerdì 13 marzo 2020 ore 19.00

Il MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro presenta da venerdì 13 marzo a domenica 14 giugno 2020 un inedito progetto espositivo che offre un’ampia e articolata indagine storiografica e culturale sulla relazione tra Sardegna e Piemonte lungo i 230 anni che corrono tra il 1720 e gli anni Cinquanta del Novecento.

Narrata attraverso il lavoro di artisti, musicisti e intellettuali che vi hanno vissuto, la mostra Il regno segreto. Sardegna-Piemonte: una visione postcoloniale, a cura di Luca Scarlini, testimonia l’osmosi culturale tra i due territori raccogliendo una varietà di opere d'arte e materiali quali illustrazioni, ceramiche, fotografie, stampe e spartiti musicali, provenienti da prestigiose istituzioni italiane.
 
 La mostra presenta un film d’animazione prodotto da Fondazione Film Commission Sardegna in collaborazione con il MAN.

Accompagna la mostra un ampio catalogo monografico edito da Ilisso che raccoglie saggi inediti appositamente commissionati a importanti autori e scrittori, tra i quali Marcello Fois, scrittore, commediografo e sceneggiatore di origini sarde, e Gianni Farinetti, giallista, sceneggiatore e regista piemontese.


Lisetta Carmi
a cura di Luigi Fassi
 
Da venerdì 26 giugno a domenica 25 ottobre 2020
Opening: venerdì 26 giugno 2020 ore 19.00

Il MAN Museo d’Arte Provincia di Nuoro presenta da venerdì 26 giugno a domenica 25 ottobre 2020 una grande antologica dedicata a Lisetta Carmi (Genova, 1924), una delle più significative protagoniste della fotografia italiana del secondo dopoguerra.
La mostra, a cura di Luigi Fassi, si inserisce nell’ambito della ricerca condotta dal MAN sulla relazione tra i grandi fotografi italiani e la Sardegna, un dialogo estetico che vede nella retrospettiva dell’anno scorso sull’opera del fotografo Guido Guidi il suo precedente interlocutore.
 
La rassegna porta alla luce un capitolo largamente inedito della fotografia di Lisetta Carmi, quello dedicato alla Sardegna, riunendo centinaia di scatti in bianco e nero realizzati tra il 1962 e il 1976 durante numerosi e ripetuti soggiorni in Sardegna.
Completa il percorso espositivo una serie inedita di diapositive a colori che ritraggono i paesaggi della Sardegna dell'interno, tra boschi, fiumi e laghi colti nella loro dimensione più arcana ed evocativa.
 
La mostra è accompagnata da un ampio catalogo monografico edito da Marsilio e corredato da molteplici saggi critici.

 

 

 

Pablo Volta e la Sardegna. Fotografare un mito

 

Orgosolo pablo volta

Pablo Volta e la Sardegna. Fotografare un mito

Cagliari -Teatro Massimo, sabato 28 dicembre ore 18

 Sessantacinque anni dal primo viaggio in Sardegna di Pablo Volta, grande fotoreporter italo-argentino che scelse l’isola come dimora in cui stabilirsi sino alla scomparsa.

Per ricordare la sua figura di artista e la sua straordinaria personalità sabato 28 dicembre alle 18 nel Teatro Massimo di Cagliari (sala M 3) l’associazione culturale Tina Modotti organizza una serata dal titolo “Pablo Volta e la Sardegna. Fotografare un mito”.

Attraverso una pluralità di voci e testimonianze di amici e amiche e di suoi collaboratori, l’iniziativa intende rendere omaggio al fotografo che dopo avere realizzato nell’isola, a partire dagli anni Cinquanta, alcuni importanti reportage, decise di trasferirsi a San Sperate (era legato da una forte amicizia con Pinuccio Sciola) dove ha risieduto sino alla morte, avvenuta nel 2011.

Il primo viaggio in Sardegna, compiuto nel dicembre 1954, sarà ripercorso anche alla luce di una nuova e originale ricerca dello studioso Carlo Di Bella, ospite della serata, che analizzerà da un punto di vista storico- culturale alcuni aspetti della fotografia in Sardegna fra gli anni Cinquanta e Sessanta, e i diversi contributi dei fotografi alla rappresentazione collettiva dell’isola negli anni del Piano di Rinascita.

Quel suo primo viaggio in Sardegna Pablo Volta lo decise subito dopo la lettura della “Inchiesta su Orgosolo” dell’antropologo pugliese Franco Cagnetta, apparsa nei mesi precedenti sulla rivista Nuovi Argomenti (diretta da Alberto Moravia e Alberto Carocci) e subito ritirata per “vilipendio delle forze armate”. Il fotografo aveva in progetto di accompagnare con un reportage fotografico di Orgosolo una successiva pubblicazione illustrata dell’inchiesta.

Orgosolo 1954 Panoramica

In occasione dell’evento sarà esposto un pannello fotografico riguardante il reportage realizzato da Volta a Desulo nel 1956, gentilmente prestato dall'Istituto Superiore Regionale Etnografico (cui il fotografo cedette la sua produzione inerente la Sardegna) che nel 2007 ha realizzato la grande esposizione "La Sardegna come l'Odissea”, comprendente oltre cento immagini realizzate nell’isola tra il 1954-1957. Saranno esposti, inoltre, alcuni ritratti di Pablo Volta realizzati dai fotografi Max Solinas, Rosi Giua, Anna Marceddu, e dagli amici e amiche Augusto Medda, Michela Mereu, Vittore Nieddu.

LE OSPITI E GLI OSPITI

Oltre a Carlo di Bella, interverranno alla seratra Alessandra Piras, ideatrice dei progetti culturali dell’associazione Tina Modotti e amica di Pablo Volta, con cui a San Sperate ha collaborato alla realizzazione delle attività del circolo del cinema, ma anche a numerose altre attività culturali come il Campidano Film Festival con la mostra “Flash Back”, dedicata ai grandi autori e autrici del cinema.

Sono previsti anche interventi dello storico e scrittore Luciano Marrocu, del regista Giovanni Colombu, autore del documentario "Ritratto di Pablo Volta" che sarà proiettato durante la serata, degli amici di San Sperate Amalia Schirru, Giulio Landis e Nino Landis (quest’ultimo con Pablo Volta ha collaborato a numerose iniziative teatrali con la compagnia Fueddu e Gestu), della critica d’arte Alessandra Menesini e dell'artista Gianni Atzeni.

Saranno presenti inoltre, Massimo Sanna e Carlo Birocchi che nel 2006, in occasione degli ottant’anni di Pablo Volta, hanno organizzato e curato, in collaborazione con l’associazione Tina Modotti, il Marina Cafè noir, Sandro Sulis e Stefania Bellucci (della Galleria Arcivernice), una serie di eventi e una importante mostra fotografica per la Galleria Arcivernice e il Caffè Savoia, a Cagliari. Sono previsti anche interventi degli amici Immacolata Serri e Sandra Senis.

 

Informazioni:
Tel 3205325149.
Pagine Fb: Associazione culturale Tina Modotti e Pablo Volta.
Per prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Botti di Natale 2019 la rassegna di Origamundi al Teatro delle Saline a Cagliari dal 17 al 21 dicembre.

 

ridi che ti passa marta proietti

Botti di Natale 2019 la rassegna di Origamundi al Teatro delle Saline dal 17 al 21 dicembre.

Inaugura la rassegna “Ridi che ti passa !”

L'associazione culturale Origamundi porta sul palco del  Teatro delle Saline di Cagliari la rassegna “Botti di Natale 2019”, cinque spettacoli in scena dal 17 al 21 dicembre 2019.

Lo spettacolo che martedì 17 dicembre alle  21:00 apre la rassegna sarà “Ridi che ti passa !”, una produzione Origamundi di e con Marta Proietti Orzella e con i NoiseOFF. Remake dei fortunati “Fritto misto e baccalà” e “Riso al salto”, questo spettacolo comico-musicale propone una carrellata di sketches e parodie scimmiottando in senso ironico e bonario il mondo del Caffè Concerto, del Varietà, della Rivista, dell'Avanspettacolo. Marta Proietti Orzella ripropone con  humor la strampalata sessuologa di Anna Marchesini che, provocando nel pubblico risate a profusione, dipinge con toni macabri il sesso all'interno del matrimonio. E ancora Gaber, Verdone, Monica Vitti, senza tralasciare l'irresistibile Gigi Proietti.

“Ridi che ti passa!” è anche un colorato collage di canzoni (Mina, Paolo Conte e altri brani molto conosciuti), eseguiti dal gruppo NoiseOff, con Luca Pauselli (Chitarra), Michele Secchi (Basso), Alessandro Atzori (Batteria), Anna Lisa Mameli (Voce). L'obiettivo è quello di presentare al pubblico uno spettacolo all'insegna del buonumore.

Seguirà mercoledì 18, sempre alle 21, “Concerto con musiche di Vivaldi – Bach – Handel”, dell’ Associazione Incontri Musicali, sul palco Ettore Agati e Giacomo Medas propongono

Giovedì 19, alle 17.30, sarà la volta dello spettacolo “Natale in pericolo…il ritorno della Strega Gelo”, produzione La Bottega dei Teatranti  scritta e diretta da Ivano Cugia, in scena Erika Carta e Giovanni Trudu.

Venerdì 20, alle 21, in scena “Istos”, coproduzione  Effimero Meraviglioso – Tragodia ispirata alla leggenda che racconta la nascita della tessitura in Sardegna, riportata da Salvatore Cambosu nel suo libro “Miele amaro”. Il testo dello spettacolo è di  Virginia Garau, la  regia di Maria Assunta Calvisi; in scena Rossella Faa, Giulia Giglio, Daniela Melis, Massimo Perra, Carmen Porcu.

Chiudono la rassegna sabato 21, sempre alle 21, Artisti Fuori Posto con “Come bestie allo zoo” di Filippo Salaris, con Alessandro Pani, Filippo Salaris e Francesca Saba.

Biglietto per gli spettacoli serali 10€

Biglietto spettacolo pomeridiano del 19 dicembre  7 €

per info e biglietti tel.: 333 6853960

mercatini tradizionali natale cagliari

Casteddu e Is Casteddaius a Tipicità - Cagliari

 

tipicita cagliari casteddu

Casteddu e Is Casteddaius a Tipicità

19 - 23 dicembre 2019

Booking.com

Il Gruppo Folklorico di Cagliari Quartiere Villanova propone un meraviglioso omaggio alla città di Cagliari, alla sua storia, alle sue tradizioni, tra fede e festa nella quotidianità con istantanee del passato, abiti antichi, sonorità.

Un progetto che abbraccia tante realtà, un racconto da vivere insieme a Tipicità nello splendido scenario della Passeggiata Coperta, nella Galleria dello Sperone.

Cinque scenari tra curiosità e preziosa bellezza:

CANCIOFFALI – il carnevale con i tamburi de “Sa Ratantira Casteddaia”.

PASSIO CRISTI – Le processioni della Passione con il contributo delle Arciconfraternite del SS Crocifisso e della Solitudine.

EFIS GLORIOSU – il voto del primo maggio, a cura dell'Obrieria di S.Efisio.

IS REISI – aspettando il Natale coordinato dall'associazione VOFS.

ANCH'E SU FOTOGRAFU – il gabinetto fotografico, con il contributo dello Studio Ocra. Vi ricordate com'erano le foto dei nonni? Provate una speciale sessione fotografica stile '800.

https://www.facebook.com/events/483767769229179/

Eventi di Natale a Sinnai, il 23 dicembre il "Concerto Gospel"

 

Concerto Gospel Sinnai 2019

Concerto Gospel Sinnai 2019

Eventi a Sinnai: Lunedì 23 dicembre. Teatro civico di Sinnai ore 21:00; l’Associazione Culturale Sweet Music ha organizzato il Concerto Gospel di Natale con un gruppo che approda in Sardegna direttamente dagli Stati Uniti i JP & THE SOUL SINGERS.

Un concerto che in realtà è un vero e proprio show che ripropone le interpretazioni più strettamente natalizie e tradizionali, ma in chiave giovane e moderna, dove stile, eleganza e presenza scenica sono importanti quanto tradizione, vocalità e tema cantato.

Un modo caldo e coinvolgente per avvicinarsi a questa festa così sentita. Lo spirito del Natale sta anche nella musica e nessuna musica può essere migliore di un Gospel trascinante e coinvolgente per celebrarlo; infatti Gospel significa “buona novella” e perciò che si svolga in Chiesa o in un bel teatro questo spettacolo ed i suoi protagonisti sapranno come far sentire il pubblico parte di un qualcosa di più grande, di unico; la musica Gospel infatti è una delle più rappresentative e vitali forme artistiche Afro-Americane, strettamente connessa con il sentimento religioso di questo popolo. Sarà quindi una grande possibilità di vivere un’esperienza illuminante, un tuffo in mondo musicale che lascerà a bocca aperta bambini e adulti di ogni età.

In questo concerto la tradizione Gospel si rinnova con arrangiamenti moderni ed entusiasmanti. Sarà impossibile non battere le mani a tempo per accompagnare queste magnifiche voci, ed alcuni si alzeranno in piedi per ballare sulle note delle più famose canzoni Gospel, d’altronde è Natale! e non mancheranno di sicuro quei brani che “fanno Natale” nell’immaginario di tutti noi sin dall’infanzia.

Un progetto che è pura espressione musicale e corale di gioia sensibilità e speranza. E proprio questo genere per le sue caratteristiche di profondità e comunicativa rappresenta il modo ideale per parlare di temi quali pace, speranza, condivisione e del vero senso della vita.

Il pubblico si troverà avvolto da una musica d’impatto, viva, gioiosa, che saprà parlare dritto al cuore di ciascuno trasmettendo le calde emozioni e la spiritualità che racchiudono il significato più profondo del Natale.

Prevendita presso box office
Viale Regina Margherita 43 Cagliari tel. 070.657428;
informazioni sulla pagina Facebook Sweet Music e al numero 329 3249082.

Go to top