Menu
Sei qui: SardegnaArticoliCronaca e AttualitàL'Orgoglio di Sardegna sventola a Capo Frasca, nuova protesta a Lanusei il 23 settembre 2014

L'Orgoglio di Sardegna sventola a Capo Frasca, nuova protesta a Lanusei il 23 settembre 2014

orgoglio-di-sardegna

La manifestazione di Capo Frasca è stata un successo, migliaia di persone, qualcuno dice 5 mila, giunte da tutta l'isola con pullman, bus e persino sfruttando i social network per il car sharing, hanno sfidato i pomeriggi assolati dell' oristanese per far sentire forte la propria voce contro le servitù militari e a favore di una demilitarizzazione della Sardegna e della bonifica dei territori invasi, ormai da 60 anni, dai militari. Trovate tutte le foto della giornata sulla nostra pagina Facebook.

Adesso però la cosa difficile diventa organizzarsi per dare continuità alla protesta affinché politici e istituzioni non possano più ignorare la nostra voce. Un prossimo appuntamento però è già in calendario, a Lanusei infatti, il prossimo 23 settembre 2014, davanti al Tribunale, alle ore 9:30 è previsto un sit in di protesta in occasione del processo per disastro ambientale nel poligono interforze del Salto di Quirra - più precisamente l'accusa è di "omissione aggravata di cautele contro infortuni e disastri" - , per il quale siedono sul banco degli imputati gli otto comandanti che hanno guidato il poligono dal 2004 al 2010. 

Il sit in, promosso da Pesa Sardigna avrà come obiettivo quello di dire:

  • basta occupazione militare!
  • smantellamento dei tre poligoni di Quirra, Capo Teulada e Capo Frasca
  • obbligo di bonifica
  • verità e giustizia per i crimini commessi contro le nostre comunità e la nostra terra!

La battaglia infatti sarà molto lunga e complessa, come si è visto anche dalla guerra di perizie che si sta svolgendo proprio a Lanusei.

Go to top