Menu
Sei qui: SardegnaArticoliCronaca e AttualitàArticoliTurismo e vacanzeAlghero: Indagine su profili viaggiatori, spendono di più i tedeschi

Alghero: Indagine su profili viaggiatori, spendono di più i tedeschi

alghero-indagine-passeggeri-aeroporto

Presentata ieri un’indagine campionaria, dal titolo ‘Trasporti e territorio’, sviluppata dalla Facoltà di Ingegneria di Cagliari nella settimana tra 10 e 16 Settembre scorsi, sui passeggeri in partenza per 155 tratte nazionali e internazionali, operate da Alitalia - Airone e da vettori low cost (95% Ryanair e, in minima parte, Easy Jet, Germanwings e Volotea), presso l'Aeroporto di Alghero, con l'obiettivo di conoscere le peculiarità del turista e valutarne il rapporto col territorio, in particolare la ricaduta economica della sua presenza.

Sono stati raccolti 1916 questionari (18 domande divise in tre sezioni) per un totale di 4416 passeggeri raggiunti, su circa ventimila partiti da Alghero nella settimana analizzata (il campione studiato, dunque, è del 21%), rilevata una ricaduta economica sul territorio di ben 1,5 milioni di euro.

Profilo del viaggiatore

Un turista tipo resta in Sardegna quasi 10 giorni (8,2 i passeggeri low cost e 12,6 quelli Alitalia), viaggia in coppia o con una terza persona (nucleo medio: 2,5 persone), sceglie prevalentemente albergo (41%) o casa in affitto (31%); spende 600 euro per tutto il soggiorno (580€ per i low cost, 643€ per i ‘major’), un terzo nell’alloggio, un terzo in ristorazione, il 16% nei trasporti e il restante 15% tra svago e shopping. Chi va in albergo sta in media una settimana, mentre il soggiorno più lungo è quello nel residence (17 giorni). Il turista tedesco spende e si trattiene più (11 - 12 giorni) di quelli degli altri Paesi, quello spagnolo spende meno in generale, ma più di tutti nell'alloggio. Le spese di trasporto incidono meno per gli inglesi, più di tutti per gli scandinavi, che si trattengono meno (6 giorni). La metà dei viaggiatori sono italiani, 9% spagnoli, 8% tedeschi, 8% britannici, 4% svedesi, 3% norvegesi, 2% francesi (e di altre 46 nazionalità). Il 48% di loro non conosceva l’Isola. La percentuale sale al 76% per quelli low cost, indicazione precisa del loro ruolo fondamentale nella scoperta della nostra regione e nella creazione di massa critica. Quanto alle motivazioni che spingono a prendere il volo, la tariffa incide il doppio rispetto alla destinazione: spesso chi sceglie la vacanza, specie di breve durata, lo fa in funzione della convenienza dell’offerta di volo. 

Dati dell' indagine nel dettaglio:

Il 47% dei passeggeri si trattiene in Sardegna mediamente tra i 4 e i 7 giorni, il 15% da 1 a 3 giorni, il 14% dagli 8 ai 10 giorni, il 12% tra gli 11 e le due settimane, l’8% tra due e tre settimane, il 4% oltre le tre settimane; il 34% del campione spende per l’intero soggiorno tra i 300 e i 500€, il 24% ha una spesa inferiore ai 300€, il 16% tra i 750 e i mille euro, il 15% tra i 500 e i 750€, l’8% tra i mille e i 1500€, il 3% spende di più. La spesa media giornaliera è di circa 63€, 71€ per i passeggeri low cost, 51€ per i passeggeri Alitalia (dato influenzato dalla durata del soggiorno); nazionalità e spesa: al primo posto i tedeschi (in media 810 €), seguono gli svedesi (677 €), i norvegesi (628 €) e gli inglesi (590 €), poi italiani (535 €) e spagnoli (472 €); nazionalità e incidenza dei trasporti nella spesa: dal 12% dell’Inghilterra a un massimo del 18% per Svezia; nazionalità e incidenza della spesa nel pernottamento: dal 33% degli italiani al 43% degli spagnoli. Infine, il 72% degli intervistati non ha riscontrato alcuna criticità e quelle riscontrate (per il 12%) riguardano i trasporti (insufficienza nell'offerta del sistema trasporti e viabilità stradale).

(photo credit: ComùnicaTI via photopincc)

FONTE:

Regione presenta dati indagine su profili viaggiatori


VACANZE AD ALGHERO:

Organizza le tue vacanze ad Alghero su Paradisola.it, tante  le offerte!

Go to top