Menu
Sei qui: SardegnaArticoliAmbiente e natura

Ambiente e Natura

Escursioni in Sardegna: inaugurato a Lanusei il primo "sportello del sentiero"

 

Escursioni in Sardegna: inaugurato il primo "sportello del sentiero"

Forestas inaugura il primo "sportello del Sentiero" in Sardegna

Si chiama consulta territoriale della sentieristica, avrà sede in via Piscinas,5 a Lanusei ed ospiterà lo "sportello del sentiero" per l'Ogliastra.

Qui Forestas riceverà i portatori di interesse una volta a settimana (mercoledì dalle 15 alle 18, anche previo appuntamento).

Parte da Lanusei l'attuazione della Legge che ha attribuito all'Agenzia regionale Forestas le competenze in materia di Rete Escursionistica, cicloescursionistica ed ippoviaria in tutta la Sardegna.

Gli sportelli territoriali saranno in tutto sette

  • Lanusei
  • Nuoro
  • Sassari
  • Tempio
  • Oristano
  • Decimomannu
  • Iglesias

Saranno il luogo fisico dove appassionati, progettisti, operatori del settore, guide ed amministratori locali potranno interagire con il gestore della R.E.S. (Forestas) anche per proporre nuovi sentieri o evidenziare problematiche gestionali legati alla fruibilità dei percorsi.

Per le amministrazioni locali, Comuni, Province, enti parco, sarà anche disponibile un supporto tecnico per la gestione degli attuali 1000 km di Rete che Forestas ipotizza di poter elevare a 3000 nel prossimo triennio, sempre in collaborazione con i volontari del CAI.

INFO SPORTELLO DEL SENTIERO DI LANUSEI

  • Dott. Nicola Sanna  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  telefono: 0782.490701
  • Dott. Giampiero Incollu Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. telefono: 0782.490729
  • Dott. Mauro Marongiu Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. telefono: 0782.490724

Fonte: http://www.sardegnasentieri.it


Escursioni in Sardegna

Area Parco Cani a Sinnai, dove si trova e regolamento.

 

area parco cani sinnai ingresso

Area Sgambamento Cani del Comune di Sinnai

Via Marconi (angolo Via Piroddi)

Oneri e obblighi dei fruitori dell’area

  1. Per motivi di sicurezza, l’accesso all’area di sgambatura è riservato esclusivamente ai proprietari/conduttori e ai loro cani;
  2. Ogni conduttore è responsabile del proprio cane. Per evitare eventuali conflitti non gestibili in sicurezza, ciascun accompagnatore dovrà valutare l’opportunità di accedere e permanere con il proprio cane in base al comportamento dei cani già presenti;
  3. Nel caso di cani con problemi comportamentali, devono essere adottati, museruola e/o guinzaglio che devono essere obbligatoriamente a disposizione;
  4. I proprietari/conduttori di cane potranno permanere nell’area per un periodo massimo di 30 minuti nel caso in cui altri cani, con manifesta incompatibilità con i cani già presenti, stiano aspettando di accedere;
  5. Se l’area è occupata per un periodo superiore ai 30 minuti, e si evidenziano o si ipotizzano difficoltà di convivenza fra cani presenti e quelli da introdurre, su richiesta anche di un singolo conduttore, i conduttori già presenti dovranno uscire dall’area per consentire un altrettanto periodo di sgambatura in solitaria del cane del conduttore richiedente;
  6. Se nell'area occupata da diversi utenti consenzienti, si evidenziano difficoltà di convivenza fra cani presenti e quelli introdotti successivamente, i proprietari dei cani più aggressivi sono tenuti ad abbandonare l'area con il cane in propria custodia;
  7. I proprietari/conduttori possono lasciare liberi i propri cani nella zona 3 di sgambatura, con obbligo di costante monitoraggio, e previo consenso dei conduttori già presenti; in assenza del consenso si dovrà seguire la regola dei 30 minuti massimi di permanenza;
  8. Il proprietario/conduttore del cane è sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell’animale e risponde sia civilmente che penalmente dei danni o lesioni a persone, animali e cose provocati dall’animale stesso;
  9. I minori di 16 anni, possono entrare nell’area esclusivamente se accompagnati da genitori;
  10. L’accesso a l’area di sgambatura deve essere valutato da parte di proprietari/conduttori in relazione al sesso, alle dimensioni e alle caratteristiche fondamentali dei cani al fine di non inficiare la funzione dell’area di sgambatura stessa;
  11. Il proprietario/conduttore di un cane femmina in periodo riproduttivo (calore), non può accedere all’interno dell’area di sgambatura comunale; lo stesso principio vale per i cani maschi particolarmente eccitabili che molestino ripetutamente altri cani, qualora le effusioni non si limitino ai primi approcci iniziali, in questo caso i proprietari dei cani maschi sono tenuti ad abbandonare l’area o a tenerli costantemente al guinzaglio, vigilati e custoditi;
  12. Ai proprietari/conduttore dei cani è fatto obbligo di avere al seguito un documento attestante l’iscrizione dell’animale all’anagrafe canina ed esibirlo a richiesta dell’Autorità competente;
  13. Ai proprietari/conduttore dei cani in possesso del patentino di cui al comma 4, art. 1 dell’Ordinanza Ministeriale 03.03.2009, in quanto conseguenza dell’applicazione del successivo comma 6, è fatto obbligo di esibirlo a richiesta delle Autorità;
  14. Nella zona 2 è vietato l’ingresso dei cani qualora sia occupata da attività di addestramento;
  15. A garanzia dell’igiene e del decoro dell’area di sgambatura è fatto obbligo ai proprietari/conduttori dei cani di essere muniti di attrezzatura idonea alla raccolta delle deiezioni, di raccogliere eventuali deiezioni del proprio cane e provvedere a depositarle negli appositi contenitori presenti nell’area di sgambatura; chiunque viola le disposizioni previste è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 25,00 a € 150,00 (sono esclusi dalle prescrizioni i cani che accompagnano soggetti non vedenti) ;
  16. Ai proprietari/conduttore di cani è fatto obbligo entrando ed uscendo dalle aree di sgambatura, chiudere i cancelletti sia interni che esterni all’area stessa;
  17. Tutti i comportamenti devono essere improntati nel rispetto degli animali e delle persone presenti.

SCARICA IL REGOLAMENTO COMPLETO

http://www.comune.sinnai.ca.it

area cani sinnai regole

 

Cagliari | Apertura del Parco degli Anelli

 

Cagliari Parco degli Anelli a Sant'Elia

Apre a Cagliari il primo lotto del "Parco degli Anelli", un'area verde attrezzata di 45.000 metri quadri che si affaccia sul lungomare del quartiere Sant'Elia.

Il parco degli Anelli a Cagliari: Con la sua estensione e con la piantumazione di oltre 500 nuovi alberi, aumenta ulteriormente il già ricchissimo patrimonio verde della città che oggi con i suoi 228 ettari   fruibili, garantisce a ogni cagliaritano una quota di 14,5 mq di verde, ben al di sopra degli standard indicati dalle norme. 

La realizzazione del Parco interviene su un'area ampia ventidue ettari, finora incolta e degradata, inserita a ridosso, e in buona parte all'interno, del comparto di edilizia popolare.

L'incarico di elaborare la progettazione preliminare del Parco era stato affidato all'architetto paesaggista portoghese João Nunes. Completato il primo lotto di oltre quattro ettari, è stato contemporaneamente individuato il gruppo di progettazione che dovrà, nei prossimi mesi, in coerenza con le linee contenute nel progetto preliminare, predisporre il progetto definitivo/esecutivo che consentirà il proseguimento dei lavori sui rimanenti diciotto ettari.

Fonte https://www.comune.cagliari.it

DOVE SI TROVA E COME ARRIVARE AL PARCO DEGLI ANELLI

VIDEO | Uno stormo di Gru atterra sui campi intorno allo stagno di Sale Porcus

 

 

Stagno di Sale Porcus (Sardegna) Gennaio 2019.

Uno stormo di Gru atterra sui campi intorno allo stagno.

Video: Gabriele Pinna

video gru sale porcus

Neve in Sardegna: Su Filariu di Desulo oggi così

 

Su Filariu di Desulo oggi 25 gennaio 2019 si presenta così.

sufilariu01

 

sufilariu02

 

sufilariu05

 

sufilariu06

DOVE SI TROVA E COME ARRIVARE A SU FILARIU

Go to top