Menu
Sei qui: SardegnaArticoliAmbiente e naturaSistema di Codula di Luna è grotta più lunga d'Italia, ora è ufficiale!

Sistema di Codula di Luna è grotta più lunga d'Italia, ora è ufficiale!

grotta bue marino

Alzi la mano chi non è rimasto estasiato dalla visita alla grotta del Bue Marino di Dorgali, che apre proprio al centro del Golfo di Orosei, in uno dei tratti di costa più incontaminati e straordinari della Sardegna, tanto che negli ultimi anni si è assistito ad un vero e proprio boom di visite.

Adesso poi la conferma, il complesso carsico della Codula di Luna è diventato la grotta più lunga d’Italia grazie alla congiunzione effettuata tra Su Palu, Monte Longos, Su Molente e - appunto - il Bue Marino. E' questo l'atteso comunicato diramato sui social dalla speleologa Ughetta Bogoglio e ripresa anche dal Comune di Urzulei:

Grazie alla Federazione Speleologica Sarda, il sistema sotterraneo entra di prepotenza nella speciale classifica delle grotte più lunghe d’Italia, strappando il primato detenuto per qualche anno dal complesso lombardo ‘Tacchi-Zelbio-Stoppani’ lungo ‘solo’ 58 km e rimane indietro al terzo posto il toscano antro del Corchia che si sperava potesse ritornare in testa per la mancanza di aggiornamenti dei dati di rilievo di zone mai misurate. La congiunzione é avvenuta con l’esplorazione speleosubacquea di una zona fortemente indicata come punto di giunzione. Il passaggio fisico di speleosub da una parte all’altra ne attesta il congiungimento sicuro.

uscita speleosub Grotta Monte Longos

Uscita degli Speleosub Enrico Seddone, Daniele Maugeri e Marcello Moi dalla Grotta di Monte Longos (foto di Giorgia Antoni)

Per spiegare quanto ancora ci sia da esplorare nel sottosuolo carsico sardo basti pensare quando nel 1986 il Gruppo ricerche ambientali di Dorgali, il Gruppo speleologico sassarese, con il successivo aiuto degli speleosub cechi (provenienti dalla Repubblica Ceca), cominciarono le ricerche, la grotta del Bue Marino aveva uno sviluppo “certificato” di soli 5 km, mentre oggi si è rivelato uno dei due più grandi estuari sotterranei del Mediterraneo, con tre fiumi che confluiscono nell’ampio portale d’ingresso per poi unirsi alle acque del Golfo di Orosei, come raccontava già due anni e mezzo fa Leo Fancello a La Nuova Sardegna.

Ora la conferma definitiva, il sistema di Codula di Luna è grotta più lunga d'Italia, fino a nuove esplorazioni si intende!

La foto copertina della grotta del Bue Marino è di Gian Marco Leoni.

Go to top