Menu
Sei qui: SardegnaArticoliAmbiente e naturaSardegna, pianta carnivora scoperta a Seui!

Sardegna, pianta carnivora scoperta a Seui!

foresta-montarbu-seui

Sardegna, pianta carnivora scoperta a Seui: Leggevo proprio ieri su La Stampa un bell'articolo intitolato "Sardegna delle meraviglie, ma biodiversità a rischio" che spiegava come la nostra terra sia uno dei luoghi con maggiore patrimonio naturale al mondo, ma con interi ecosistemi minacciati dall’estinzione. Per colpa dell’uomo ovviamente. E incredibile a dirsi, malgrado siamo nel 2014 e si pensi che tutto sia ormai stato scoperto, moderni esploratori continuano a rinvenire nuove specie, è stato così per il Ragno Nuragicus, ci si ripete a poche settimane di distanza con la Pinguicula Sehuensis, l'unica pianta carnivora della Sardegna appena scovata sui monti di Seui e, udite udite, anch'essa a rischio estinzione.

Prenota le tue vacanza a Seui in Bed&Breakfast

A presentare l'incredibile scoperta è stata il professor Gianluigi Bacchetta, docente di botanica e responsabile del Centro di conservazione delle biodiversità all'università di Cagliari, che  ha messo la sua firma su questa studio assieme ai colleghi Marcello Cannas e Lorenzo Peruzzi e che così spiega la tattica predatoria di questa pianta:

Cattura gli insetti - mosche, ragni, api e farfalline - rilasciando sulle foglie una sostanza mucillaginosa e poi li assorbe lentamente per degrado progressivo. Alta tra gli 8 e i 14 centimetri, con una rosetta di foglie basali di una decina di centimetri, è molto rara, minacciata dal pericolo di estinzione, perché sui tacchi del Montarbu di Seui ce ne sono meno di un migliaio. Dall’analisi dei suoi cromosomi è risultato che la pianta è di un tipo ancestrale: la possiamo considerare la madre di una serie di esemplari della stessa specie.

La scoperta è stata appena pubblicata su Phytotaxa, la più prestigiosa rivista scientifica internazionale di settore, di eccezionale c'è anche che le piante carnivore di solito non vivono in questa zona del mondo e l'unico altro precedente che si conosca, spiega l'articolo de La Nuova Sardegna, si trova in... Corsica. Insomma ancora una volta la natura della Sardegna ci stupisce con scoperte straordinarie!

Go to top