Menu
Sei qui: SardegnaArticoliAmbiente e natura

Ambiente e Natura

M’illumino di meno, al Parco e al Museo di Siddi

 

millumino dimeno 2020

M’ILLUMINO DI MENO, AL PARCO E AL MUSEO.

In occasione della seconda adesione consecutiva a M’Illumino di Meno, il 06 marzo 2020 noi della Cooperativa Villa Silli svolgeremo, nei siti gestiti, le seguenti attività dedicate al risparmio energetico e agli stili di vita sostenibili:

Al PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO SA FOGAIA metteremo a dimora piante e arbusti di LECCIO, ROVERELLA, LENTISHIO e CISTO.
Saranno messe a dimora in alcune aree del Parco dove il loro numero è inferiore rispetto ad altre zone.
L’appuntamento è per le ore 10.00 all’ingresso del Parco (non serve prenotare).

Al MUSEO ORNITOLOGICO DELLA SARDEGNA, invece, tutte le attività giornaliere si svolgeranno “a bassa luminosità”.
Infatti, le luci ed il riscaldamento saranno utilizzati al 20% del loro potenziale, dunque con un risparmio dell’80% rispetto al consueto.

Entrambe le iniziative saranno GRATUITE.

LECCIO
Magica luna, tanto sei consunta
che, rompendo il silenzio,
poggi sui vecchi lecci dell'altura,
un velo lubrico.
("Preludio")
Giuseppe Ungaretti

NOI SIAMO SARDI
Noi siamo spagnoli, africani, fenici, cartaginesi,
romani, arabi, pisani, bizantini, piemontesi.
Siamo le ginestre d'oro giallo che spiovono
sui sentieri rocciosi come grandi lampade accese.
Siamo la solitudine selvaggia, il silenzio immenso e profondo,
lo splendore del cielo, il bianco fiore del cisto.
Siamo il regno ininterrotto del lentisco,
delle onde che ruscellano i graniti antichi,
della rosa canina,
del vento, dell'immensità del mare.
Siamo una terra antica di lunghi silenzi,
di orizzonti ampi e puri, di piante fosche,
di montagne bruciate dal sole e dalla vendetta.
(“Noi siamo sardi”)
Grazia Deledda

M'illumino di Meno torna il 6 marzo 2020 ed è una giornata dedicata ad aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi.

La giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili è stata lanciata nel 2005, da Caterpillar e Rai Radio2, per chiedere agli ascoltatori di spegnere le luci non indispensabili e ripensare i consumi.

Per il 2020 l’invito di Caterpillar è quello di piantare un albero, perché gli alberi si nutrono di anidride carbonica. Gli alberi sono infatti lo strumento naturale per ridurre la principale causa dell'aumento dei gas serra nell'atmosfera terrestre e quindi dell'innalzamento delle temperature.
Gli alberi e le piante emettono ossigeno, filtrano le sostanze inquinanti, prevengono l'erosione del suolo, regolano le temperature.
Gli alberi sono macchine meravigliose per invertire il cambiamento climatico.

Quest'anno, il 6 marzo 2020, spegniamo le luci e piantiamo un albero.

Un albero fa luce.
Dai, partecipate con noi  :-)
con Cooperativa Villa Silli, Parco Naturalistico Archeologico "Sa Fogaia", Museo Ornitologico della Sardegna

CONTATTI
Cooperativa Villa Silli
070 939888 / 347 5116787
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
https://www.facebook.com/events/196846078194918/

Trekking in Sardegna: Loriscadorgiu - Bacu Urutzò - Ar Muvras - Bacu Addas

 

Iscalone ar muvras - Supramonte di Baunei

Anello Su Loriscadorgiu > Bacu Urutzò - Ar Muvras - Bacu Addas

Parcheggiata l'auto in localita Su Loriscadorgiu (quota 900) si cammina in direzione  sud est verso Bacu Urusso (Bacu Urutzo in carta IGM) dopo circa 350 metri si prende la deviazione a sx che ci porterà in pochi minuti dentro il Bacu, si prosegue nel greto del fiume fino a s'iscalone che ci porta dentro Bacu S'Orruargiu (quota 650), da questo punto bisogna individuare poco più in basso sulla destra l'attacco per s'iscalone ar muvras. CONTINUA >>>

Rai Uno con Linea Verde in viaggio tra l’Iglesiente e l’Arburese

 

linea verde sardegna gennaio 2020

Linea Verde - RaiUno domenica 19 gennaio in viaggio in Sardegna

Domenica 19 gennaio su Rai1 alle 12:20 Ingrid Enrica Muccitelli e Beppe Convertini, con la partecipazione di Peppone Calabrese, si recheranno in viaggio tra l’Iglesiente e l’Arburese, una zona della Sardegna in cui lo straordinario fascino della natura incontra tradizioni agropastorali e siti di archeologia industriale di grande interesse.

Il tema delle miniere dell’Iglesiente sarà affrontato a Buggerru e a Porto Flavia, dove le antiche miniere sono state trasformate in luoghi di memoria e di attrazione per i turisti.

All’ombra maestosa del Monte Arcuentu, incontreremo dei pastori che portano avanti l’antica tradizione dell’allevamento della pecora nera di Arbus.

Fonte
https://www.facebook.com/LineaVerdeRai1/


Linea Verde - Viaggio nel territorio italiano

Il programma di Rai 1 che da oltre mezzo secolo racconta l'agricoltura italiana e le sue eccellenze, il territorio e il reparto enogastronomico ed agroalimentare, colonne portanti dell'economia nazionale. Occhio attento alle nuove frontiere legate alle politiche culturali, energetiche ed ecologiche mirate alla salvaguardia e allo sviluppo del territorio.

Regia: Emilia Mastroianni
Conduttori: Ingrid Muccitelli, Beppe Convertini

Trekking in Sardegna - Iscalone 'e Lispedda

 

iscalone lispedda - Supramonte Baunei

Iscalone 'e Lispedda - Supramonte di Baunei

Parcheggiata l'auto in zona "Genna Arrivai" si procede in direzione nord per circa 1 km fino ad incrociare la confluenza con bacu Addas (quota 834), si svolta a dx e si prosegue nel greto fino a raggiungere dopo 500 metri un albero cavo, ottimo spot per qualche bella foto, da qui, quota 789, si sale a sx su una franata (procedere con cautela) che ci porta a visitare il Grottone Coile Satainosti (GROTTA 0710 CSR SARDEGNA).

Ridiscesi nel bacu Addas preseguiamo per circa 2 km fino ad incontrare un grosso leccio caduto sul fondo. Da questo punto, quota 600 circa, inizia la salita verso "s'Iscalone 'e Lispedda" una serie di scala 'e fustes che permettono di superare con affascinanti passaggi una parete all'apparenza inespugnabile. CONTINUA >>>

Trekking in Sardegna - Assa chi no passa cane

 

assa chi no passa cane

Assa chi no passa cane

TREKKING PER ESCURSIONISTI ESPERTI CON DIVERSI PASSAGGI ESPOSTI

Giro impegnativo di circa 13 km, partenza da Su Runcu us Pressos si scende in direzione Nord, dopo circa 500 metri si esce sulla sinistra, si continua  a scendere fino a quota 230, siamo nella Codula Lotzuli (forse inzio Codula Sisine?). Da qui si sale nel versante in direzione del Cuile Us Crabas (317). Proseguiamo nel pianoro in direzione sud ovest costeggiando una recinzione fino a raggiungere la sterrata, siamo a un km dal Cuile Us Crabas svoltiamo nettamente a dx. Dopo circa 200 metri raggiungiamo il cuile Lopellai....

>>> continua su SardegnaEscursioni.it

Go to top