Menu
SardegnaVacanzeAgriturismo SardegnaAgriturismo Punta Lizzu


Agriturismo Punta Lizzu

Siniscola, Provincia Nuoro
Loc. Ofricatu - SS 125 km. 255+500

Contatto 0784819196 - 3391077654
Quando chiami avvisa che arrivi da Paradisola.it

Descrizione

Ubicata su un territorio collinare di circa trenta ettari, l’Azienda Agrituristica Punta Lizzu, nata nel 1993, è situata nel territorio di Siniscola in Sardegna, a circa quattro km dalla cittadina, in direzione di Santa Lucia.

L’agriturismo nasce dal proponimento della famiglia fondatrice di tramandare le tradizioni culinarie locali, trasmesse di generazione in generazione.

Forte dell’esperienza acquisita negli anni, l’Azienda ha sviluppato uno standard gastronomico basato sulla freschezza dei prodotti e sulla semplicità della preparazione, valori che le hanno permesso di guadagnare il riconoscimento della rivista eno-gastronomica nazionale “Il Gambero Rosso” nel 1995.
L’azienda produce la maggior parte dei prodotti che utilizza, dalle carni suine e ovine, al formaggio, alla ricotta, le uova; anche la pasta viene fatta a mano, secondo criteri che rispettano le regole della tradizione e dell’igiene; così pure il vino, il liquore di mirto e il limoncello, i dolci tipici.

Le unità abitative presenti in azienda sono dotate di angolo cottura e di ogni comfort. Il terzo e quarto letto sono disponibili su richiesta, così come lettini per bambini e culle.

Dettagli

Servizi disponibili: Angolo Cottura, Asciugacapelli, Balcone o terrazza, Bar, Camere con vista, Carte di credito, Colazione a buffet, Cucina tipica, Giardino, Informazioni turistiche, Internet Wifi Free, Noleggio Bici, Posto Auto, Prodotti tipici, Ristorazione, Servizio escursioni, Servizio lavanderia, Vendita prodotti tipici
Trattamento: Solo Pernottamento, Pernottamento e Colazione, Mezza Pensione, Solo Ristorazione

Posizione

Siniscola, Provincia Nuoro
Loc. Ofricatu - SS 125 km. 255+500

Vacanze Sardegna 2018

Vacanze Sardegna 2018

1- Arborea

La storia di Arborea inizia il 4 novembre 1911 quando a Livorno, si è costituita la Società Elettrica Sarda, che era intenzionata alla distribuzione dell'energia elettrica nel bacino del Tirso. Il 16 febbraio Antonio Pierazzuoli invia una lettera a Giulio Dolcetta, nel quale illustra un Piano per la bonifica della zona terralbese.

Dopo l'accettazione del piano, dichiarato finanziariamente conveniente, Porcella ebbe il compito di convincere i terralbesi a cedere i terreni, Pierazzuoli studiò le leggi, per verificare se fosse possibile passare a forme di esproprio dei terreni, mentre Dolcetta ebbe il compito di tenere i contatti con i gruppi finanziatori. Il 14 giugno 1918, a Livorno, Dolcetta, riesce con la collaborazione di altri imprenditori a fondare la Società di controllo delle bonifiche, e dopo circa un mese Porcella fa sapere a Dolcetta di aver concluso i compromessi d'acquisto dei terreni, mentre per ottenere in "anfiteusi" i terreni del comune occorrono atti separati.

L'otto agosto dello stesso anno, il Decreto Luogotenenziale n°1256 concede l'esecuzione della bonifica. Dolcetta prese accordi con altri ingegneri Dionigi Scano e Flavo Scano. Il 5 ottobre 1918 viene presentato al Ministero per i lavori pubblici il progetto di bonifica. Il 23 dicembre1918 viene costituita, davanti all'avvocato milanese Federico Guasti, la Società Bonifiche Sarde. Nel gennaio 1919 Dionigi Scano forma 14 squadre per eseguire i rilievi.

Il 10 novembre 1919 il municipio di Terralba approva il piano di trasformazione, mentre Dolcetta avviava le trattative per incorporare anche lo stagno del Sassu. Il 18 giugno 1920 Dolcetta presenta il piano di Bonifica al consiglio di amministrazione della Società Bonifiche Sarde, che verrà modificato l'anno seguente. Il 21 aprile 1922 il trattorista Mario Basciu poi soprannominato Romolo tracciò col vomero di un potente aratro trainato da un trattore titanus il primo solco da nord a sud corrispondente all'attuale strada provinciale 42. Il 26 marzo 1926 giunge con la sua famiglia il 1° Mezzadro, Alfonso Giorda, da Bosa (NU). Il 29 ottobre 1928 dopo diciassette anni dalla nascità della prima società che ha poi portato alla bonifica (Società Elettrica Sarda) e dieci anni dopo la nascità della Società di controllo delle bonifiche, viene inaugurato alla presenza del Re d'Italia Vittorio Emanuele III, al Ministro Constanzo Ciano e al Vescovo di Ales Mons. Emanuelli "Villaggio Mussolini", che diventerà "Comune di Mussolinia" il 29 dicembre 1930. Prenderà il nome attuale di Arborea il 17 febbraio 1944.

Agriturismo Sardegna

Agriturismo Sardegna

questa pagina propone i migliori

Agriturismo in Sardegna

ordinati per località: soggiorni in varie tipologie di agriturismo, sul mare, a sud e a nord della Sardegna.

Clicca il nome dell'agriturismo per vedere le foto, leggere la descrizione della struttura e dei servizi offerti e infine compila il modulo per avere un contatto diretto con i titolari.

Chi sceglie un

Agriturismo in Sardegna

ama la natura, le tradizioni di Sardegna e la bontà della cucina tipica.

Go to top