Menu
SardegnaNaturaItinerari

Itinerari Sardegna

Viaggio nella città bassa (Cagliari)

Viaggio nella città bassa (Cagliari)


DESCRIZIONE
Il quartiere di Castello è un quartiere storico compreso fra il porto e le pendici sud-occidentali del Castello; ricco di chiese e di testimonianze del periodo romano e fenico-punico. Il quartiere Marina è un quartiere storico che dalla via Roma, sul porto, si inerpica con strette viuzze fino al Castello.

Leggi tutto: Viaggio nella città bassa (Cagliari)

Viaggio nella costa Smeralda

Viaggio nella Costa Smeralda


DESCRIZIONE
L'itinerario è di circa 220 km. Le località che interessate o che comunque possono essere visitate nel corso di un itinerario lungo tutta la costa Smeralda sono: Olbia, Porto Rotondo, Porto Cervo, Baia Sardinia, Palau, Porto Pozzo, Santa Teresa di Gallura, Capo Testa, Vignola, Isola Rossa, Baldesi, Trinità dAgultu e Tempio Pausania.

Leggi tutto: Viaggio nella costa Smeralda

Viaggio nella Trexenta e nella Marmilla

Viaggio nella Trexenta e nella Marmilla


DESCRIZIONE
Questo è un itinerario di circa 100 km. Rappresenta un'area vasta e di grande interesse per la viticoltura; il territorio delle due aree presenta una morfologia collinare a diversa pendenza, ma compatibili con le esigenze della meccanizzazione. La natura dei suoli è anch'essa variabile, ma idonea per la vite, pur segnalando al momento attuale una scarsa disponibilità idrica. Può essere definita la zona classica di produzione del vino Nuragus, pur essendo presenti numerosi altri vitigni: Monica, Vermentino, Bovale Sardo, Pascale di Cagliari, Malvasia, Moscato, ecc. Anche in questo territorio si presenta la necessità di rinnovare il quadro varietale.

Leggi tutto: Viaggio nella Trexenta e nella Marmilla

Viaggio nella Nurra, il Meilogu e il Logudoro

Viaggio nella Nurra, il Meilogu e il Logudoro


DESCRIZIONE
Partiamo da Alghero: usciamo dalla città imboccando la strada provinciale che conduce a Porto Torres.
Le località interessate da questo itinerario decisamente affascinante sono Porto Torres, Alghero, Torralba e infine Ploaghe.

Il Logudoro era nel medioevo un giudicato che aveva come capoluogo Sassari; attualmente possiamo dividere questa regione in Logudoro-Turritano (il Sassarese) a nord, Logudoro-Meilogu a ovest e Logudoro-Montacuto a est. Tutta l'area ha una forte impronta agro-pastorale, con splendidi panorami, dominati da rilievi d'origine vulcanica, ampi tratti pianeggianti, scarse foreste che interrompono le grandi distese di pascoli.

L'antico popolamento della zona, territorio ideale per i popoli preistorici dal punto di vista ambientale, è testimoniato dai cospicui resti archeologici, cui si aggiungono alcuni notevoli monumenti medioevali, d'importanza nazionale.

Leggi tutto: Viaggio nella Nurra, il Meilogu e il Logudoro

Viaggio nelle Giare e nel Sarcidano

Viaggio nelle Giare e nel Sarcidano


DESCRIZIONE
L'itinerario è di circa 80 km. La regione è costituita da calcarei giurassici, da valli profonde disposte tutt'intorno all'altipiano di Santa Sofia, uno dei più estesi di tutta l'isola che val bene una visita, così affascinante, ricoperto da lecceta, da carpino nero e ginepro, popolato da cinghiali e martore, dalle ghiandaie e dall'astore. Galoppano liberi i cavallini della Giara, nel loro mondo rapito al tempo, arrivati qui in circostanze misteriose. Liberi dall'uomo, oggi vagano sull'altipiano allo stato brado, presenza irripetibile, un incontro affascinante, liberatorio della fantasia. Altrettanto affascinanti e maestose sono le vestigia della storia.

Leggi tutto: Viaggio nelle Giare e nel Sarcidano

Autunno in Barbagia 2017

Autunno in Barbagia 2017: un circuito incantato che ci condurrà nei paesi dell’interno della Sardegna.

Go to top