Menu
SardegnaNaturaFunghi SardegnaAmanita Rubescens (Commestibile dopo cottura)

Amanita Rubescens (Commestibile dopo cottura)

amanita rubescens

SPECIE: rubescens Persoon

ETIMOLOGIA: lat.: rubescens part. del verbo rubesco = che diventa rosso

COMMESTIBILITA': Dopo accurata cottura, che serve ad eliminare tossine termolabili, il fungo è commestibile.

SINONIMI: Amanita rubens Scop. ex Fries

CARNE: Bianca con macchie o tonalità rosso-vino

SPORATA: Bianca

HABITAT: Fungo molto comune in tutti i tipi di boschi.

GAMBO: Alto fino a 15 cm. Assottigliato verso l'alto, mentre alla base presenta una bulbosità dove è molto difficile individuare una volva che è quasi impercettibile soprattutto nel fungo adulto essendo molto friabile; gli unici residui sono quelli che restano sotto forma di verruche sul cappello. Anello ampio, nella pagina superiore presenta rigature, dovute al contatto con le lamelle, che si prolungano anche sulla parte superiore del gambo. Pendulo. Nella parte sottostante l'anello, il gambo presenta fioccosità rugginose e macchie rossastre più evidenti alla base.

CAPPELLO: Ampio fino a 15 cm. Inizia con l'essere tondeggiante, man mano diventa emisferico, convesso e poi completamente aperto. Colore bruno-rossiccio con cuticola completamente asportabile e cosparsa di verruche grigie anch'esse rimovibili. Lamelle bianche, sottili, arrotondate verso il gambo.

NOTIZIE GENERALI: Come le russule, lo si trova dappertutto e per tale motivo non è sfuggito alla curiosità dei cercatori che hanno ben presto appreso a conoscerne le caratteristiche e a raccoglierlo per usi alimentari. Qualcuno meno esperto ha raccolto talvolta l'A.pantherina scambiandola per la rubescens, ma lo scambio si può evitare se l'esame del fungo avviene per tutte le sue parti. E’ opportuno, infatti, raccogliere i funghi integralmente, soprattutto quelli da esaminare, in modo da avere sott’occhio ogni loro parte. Bisogna inoltre tenere conto che i funghi possono presentare variabilità di toni sia nel colore del cappello sia del gambo.

Alcune A.rubescens hanno l'anello giallo solforino (forma annulo sulphurea ).

Prima di far uso dei funghi, seppur indicati come "commestibili", Vi consigliamo caldamente di farli controllare da un micologo o altro esperto:

Cagliari - A Cagliari è possibile sottoporre a controllo i funghi presso l'Ispettorato micologico della Az.USL 8 con sede al mercato di San Benedetto.

Carbonia - Ispettorato Micologico ASL 7- Carbonia Presso le sedi di Carbonia (CA) c/o Civico Mercato ed Iglesias (CA) c/o Civico Mercato, è possibile far controllare i funghi da parte dei raccoglitori e commercianti Sardegna

Guspini - Via Matteotti presso la (Casa Murgia) Tutti i Lunedì e Giovedì non Festivi dalle ore 17.00 alle 20.30 L'Associazione Micologica "Monte Linas"

Selargius - Associazione Micologica Bresadola (AMB) sede operativa in Selargius presso la Pro-Loco nella via Bezzecca 46, profilo e pagina  Facebook  (associazione micologica Bresadola ) e-mail: amb.cagliari@gmail.com

Per ulteriori informazioni visita la sezione Funghi di Sardegna del nostro forum.

Altri importanti punti di riferimento sono questi due gruppi su facebook:

SCARICA LA GUIDA IN PDF DEI FUNGHI DELLA SARDEGNA

Autunno in Barbagia 2017

Autunno in Barbagia 2017: un circuito incantato che ci condurrà nei paesi dell’interno della Sardegna.

Go to top