Menu
SardegnaNaturaFloraPino domestico

Pino domestico

pinodomestico
PINO DOMESTICO
Pinus pinea L.

NOME ITALIANO: Pino da pinoli
NOME SARDO: Oppinu, Pinu.

PORTAMENTO: Albero alto fino a 15-20 mt. eretto e ramificato nella parte superiore che tende col tempo ad assumere la caratteristica forma ad ombrello.
CORTECCIA: Di colore bruno o grigio-rossiccio con profonde screpolature e scaglie sul tronco.
GEMME:
FOGLIE: Aghiformi e sottili, poco pungenti e riunite in fascetti di due.
FIORI: Unisessuali sulla stessa pianta (monoica), infiorescenze maschili di forma ovoidale e colore giallino, quelle femminili portate all'apice dei nuovi ramoscelli sono rossicce, fioritura da febbraio ad aprile.
FRUTTI: Strobili (pigne), piccole e di forma ovale o conica con corto picciolo, generalmente solitarie o accoppiate, squame con leggera sporgenza piramidale, di color rossiccio bruna. I semi maturano nell'autunno del terzo anno.
VARIE:
Pianta sempreverde eliofila e xerofila, predilige i luoghi caldi e litoranei ma vegeta in zone collinari e montane fino ai 1000 mt. s.l.m.. Viene utilizzato nei rimboschimenti, si pensa sia spontanea a Porto Pino.

Autunno in Barbagia 2017

Autunno in Barbagia 2017: un circuito incantato che ci condurrà nei paesi dell’interno della Sardegna.

Go to top