Menu
SardegnaNaturaAree Naturali SardegnaParco Nazionale del Gennargentu e Golfo di Orosei

Parco Nazionale del Gennargentu e Golfo di Orosei

PARCO NAZIONALE DEL GENNARGENTU E GOLFO DI OROSEI


Il parco comprende aree tra le più suggestive e selvagge dell'isola e di tutta Italia. Privo di cime particolarmente elevate il massiccio del Gennargentu degrada verso est e sud verso la profonda valle del fiume Flumendosa. Il Supramonte, é una vastissima area coperta di antichissime foreste e incisa da profonde gole pareti con una grande quantità di fenomeni carsici, come doline e numerosissime grotte. Infine la costa del golfo di Orosei comprende una serie di pareti a mare, anch'esse costellate di grotte alle cui spalle si articola una serie di valloni localmente chiamati codule.

La fauna
La condizione di isolamento dovuta alla insularità ha portato alla evoluzione di un gran numero di specie e sottospecie endemiche ed esclusive della Sardegna. Tra gli insetti ad esempio é presente la bellissima farfalla Papilio hospiton protetta ma purtroppo oggetto delle attenzioni dei collezionisti. La maggior parte degli anfibi e rettili sono rappresentati da specie e sottospecie endemiche di Sardegna o eventualmente anche presenti in Corsica e nell'Arcipelago Toscano (Euproctus platycephalus, Speleomantes imperialis, Hyla sarda, Discoglossus sardus, Archeolacerta bedriagae, Podarcis tiliguerta, ecc.). Tra i mammiferi, oltre al muflone ed a nuclei di cervo sardo e daino reintrodotti, sono presenti il gatto selvatico sardo, la volpe sarda, il ghiro ed altre specie. Ricca infine l'avifauna, quasi cento specie nidificanti, tra le quali meritano di essere ricordati il grifone, il falco della regina, I'aquila reale, I'astore sardo, lo sparviere sardo, la poiana sarda. Importante infine la fauna di invertebrati legata agli ambienti di grotta.

La flora
Dal punto di vista floristico l'area riveste un'importanza naturalistica elevatissima per la presenza di associazioni vegetali e specie relitte e testimonianza di climi diversi, più freddi (formazioni di tassi e di agrifogli secolari). La flora comprende un gran numero di specie rare ed endemiche diverse delle quali prendono nome proprio dall'area, come Euphrasia genargentea, Armeria sardoa genargentea, Ribes sardoum, entità uniche presenti in tutto il mondo solo in quest'area. La vegetazione va dalle foreste mediterranee di sclerofille sempreverdi, alle foreste secolari di leccio, fillirea, carpino nero e acero minore, ginepri. Lungo i corsi d'acqua sono presenti foreste a galleria di ontano nero, a volte associato a tassi e agrifogli. Diffusi i pascoli e, sulle creste più elevate, presenti ampie formazioni di arbusti montani adattati a condizioni estreme e ricche di entità di grande rilievo come Prunus prostrata, Rosa serafinii, Barberis aetnensis, Astragalus genargenteus, Rhamnus alpinus ecc. Di eccezionale interesse infine la flora rupicola.
(Tratto da http://www.parks.it/parco.nazionale.gennargentu/par.html)
Codice EUAP0944
Denominazione Parco nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu
Regione SARDEGNA
Raggruppamento A.P. Parchi Nazionali
Organismo di gestione Solo per questioni autorizzative Provincia di Nuoro
Provvedimento
Istitutivo
D.P.R. 30.03.98 - D.P.R. 10.11.98 - D.P.R. 22.07.99
Superficie a Terra (ha) 73935
Superficie a Mare (ha) 0
Note

http://www.parcogennargentu.it/

 

Vedi anche itinerario intorno al Gennargentu

Autunno in Barbagia 2017

Autunno in Barbagia 2017: un circuito incantato che ci condurrà nei paesi dell’interno della Sardegna.

Go to top