Menu
SardegnaArticoliTurismo e vacanzeTurismo Sardegna 2017, oltre 14 milioni di presenze!

Turismo Sardegna 2017, oltre 14 milioni di presenze!

turisti-in-spiaggia-sardegna

Alla Borsa internazionale del Turismo di Milano l'assessora al turismo Barbara Argiolas ha comunicato i primi dati preliminari sulle presenze turistiche in Sardegna nel corso del 2017, i numeri - ancora parziali - indicanco un'altra ottima annata con oltre 14 milioni di presenze, divise praticamente quasi a metà tra italiani e stranieri.

Così spiega la stessa Argiolas:

Le elaborazioni in nostro possesso, ottenute attraverso la piattaforma regionale Sired e ancora in corso di completamento e validazione da parte degli uffici dicono anche che continua il trend di questi ultimi anni: si sta raggiungendo la quasi perfetta parità nelle presenze tra italiani e stranieri. I primi più concentrati nei mesi tradizionalmente dedicati al balneare, mentre i viaggiatori internazionali distribuiti anche nei cosiddetti mesi di spalla.

Da dove vengono i turisti che amano la Sardegna?

In Italia brilla la Lombardia, seguita da Lazio e Piemonte, con una leggera crescita anche per gli arrivi dei turisti dal sud Italia, mentre anche il mercato interno sardo conferma e rafforza il proprio peso: sempre più sardi scelgono località dell'isola per le vacanze.

Dall'estero invece i turisti vengono soprattutto da Germania, Francia, Svizzera, Regno Unito e Spagna, ma risultano in crescità anche nazioni come Austria, Paesi Bassi, Svezia, Polonia e Russia.

Non manca un'osservazione dell'Argiolas sul problema trasporti:

Non ci può essere turismo senza trasporti e riteniamo che le azioni messe in campo in questi mesi, il primo bando sulla destagionalizzazione attraverso la comunicazione nel trasporto aereo in via di aggiudicazione e il secondo bando che partirà a breve, serviranno a rendere l'isola ancora più raggiungibile.

Buone le aspettative per la stagione 2018:

Anche per il 2018 l'assessora si attende una stagione in crescita, si punta sull'apertura anticipata delle strutture e sul rafforzamento di quei segmenti come il turismo attivo, quello enogastronomico e culturale che sono fondamentali per la nascita di nuove stagionalità e per la crescita della Sardegna come destinazione soprattutto sui mercati più interessati a questi prodotti.

Go to top