Menu
SardegnaArticoliMusica, Arte e Cultura

Musica, Arte e Cultura

Parole Sotto la Torre, a Portoscuso dal 17 al 27 luglio 2014

portoscuso-parolesottolatorre-2014

Da giovedì 17 a domenica 27 luglio, nel suggestivo scenario della Tonnara di Portoscuso, scrittori, filosofi, giornalisti e artisti nazionali e internazionali ci racconteranno, attraverso il loro originale punto di vista, Le vite degli altri.

Programma

Evento del Festival

  • Giovedì 17

    Chiacchiere a bocca chiusa

    Raquel Martos

    conduce: Paolo Lusci

    interprete: Veruska Chelo

    dove: Tonnara Su Pranu

    ore: 22

  • Venerdì 18

    So Much Younger Than Today - Viaggio nell'Italia di Gigi Meroni

    di "Le Voci del tempo"

    con: Marco Peroni, Mario Congiu, Mao Gurlino

    dove: Tonnara Su Pranu

    ore: 22

  • Sabato 19

    Ridere del male

    Stefano Piedimonte incontra Alessandro Robecchi

    conduce: Gianni Biondillo

    dove: Tonnara Su Pranu

    ore: 22

  • Domenica 20

    Fisica della malinconia

    Georgi Gospodinov

    conduce: Giorgio Vasta

    interprete: Boris Katsamunski

    dove: Tonnara Su Pranu

    ore: 22

  • Giovedì 24

    Vite oltre i limiti

    Lorenzo Iervolino incontra Giorgio Terruzzi

    conduce: Alberto Urgu

    dove: Tonnara Su Pranu

    ore: 22

  • Venerdì 25

    Tutti i colori del buio

    Nicola Fantini, Davide Longo, Laura Pariani

    conduce: Gianni Biondillo

    dove: Tonnara Su Pranu

    ore: 22

  • Sabato 26

    Figurelle

    di e con LabPerm di Domenico Castaldo

    dove: Tonnara Su Pranu

    ore: 21

  • Domenica 27

    Il tempo della vita

    Marcos Giralt Torrente

    conduce: Anna Rita Briganti

    interprete: Veruska Chelo

    dove: Tonnara Su Pranu

    ore: 22

Aperitivo con l'autore

  • Venerdì 25

    Sulcis: antiche arti, giovani innovatori

    Olga Bachschmidt, Annalisa Cocco, Mario Figus

    conduce: Gianni Biondillo

    dove: Tonnara Su Pranu

    ore: 19:30

  • Sabato 26

    La felicità proibita

    Anna Rita Briganti

    conduce: Saverio Gaeta

    dove: Tonnara Su Pranu

    ore: 19:30

Mogol regala canzone alla Sardegna, ascolta adesso "Sardinia Sardinia". Ti piace?

sardinia-sardinia

E' stata presentata stamane a Cagliari la canzone che Giulio Rapetti, in arte Mogol, ha voluto dedicare alla nostra amata isola così vilipesa da problemi quali la crisi economica e la disoccupazione cronica, a raccontarlo lo stesso autore in conferenza stampa, che così ha deciso di fare ciò che poteva, ovvero scrivere un motivo allegro che cantasse delle bellezze della Sardegna, o meglio ancora: "Un brano gioioso, un jingle, un inno di accoglienza, per celebrare i suoi colori, bellezze e tradizioni". Il titolo della song è "Sardinia Sardinia", cliccate qui per ascoltarla subito, trovere un video che racconta dei momenti creativi, di registrazione ed esecuzione della canzone.  

Leggi tutto: Mogol regala canzone alla Sardegna, ascolta adesso "Sardinia Sardinia". Ti piace?

Cabudanne de sos poetas, a Seneghe dal 3 al 7 settembre

seneghe-cabudanne-sos-poetas-2014

Ritorna il festival di poesia "Cabudanne de sos poetas":

dal 3 al 7 settembre a Seneghe tanti gli appuntamenti tra poesia, letteratura, musica, colori, sapori, tradizioni.

Quest'anno ottiene il patrocinio dell'Unesco e festeggia la decima edizione

Dal 3 al 7 settembre ritorna a Seneghe (Provincia di Oristano) il "Cabudanne de sos poetas" (Settembre dei poeti) che quest'anno festeggia la decima edizione con una bella notizia: l'ottenimento del patrocinio dell'Unesco, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura. Un grande riconoscimento che si aggiunge al premio 2009 del Ministero per i Beni e le Attività Culturali come "Migliore progetto italiano per la diffusione della poesia".

Tanti gli appuntamenti che si succederanno nelle cinque giornate dell'incantevole borgo del Montiferru tra poesia, letteratura, musica, fotografia, colori, sapori, tradizioni, nei luoghi del paese deputati da sempre agli incontri, alla vita sociale, allo scambio con i poeti e all'ascolto, come Partza de sos ballos, S'arruga de Putzu arru, Piazzetta Su Lare, o il vecchio frantoio Sa Prenza de Murone.

La direzione artistica 2014

Come è noto, dallo scorso anno l'organizzazione ha deciso di affidare la direzione artistica ogni anno a un poeta diverso. Dopo Franco Loi, il testimone del coordinamento del programma artistico di questa edizione è stato affidato ad una delle più grandi poetesse, attrici e drammaturghe italiane, Mariangela Gualtieri. Con Cesare Ronconi è l'anima delle più importanti esperienze del teatro di ricerca degli ultimi decenni, il Teatro Valdoca, oltre ad aver pubblicato diverse raccolte di poesie. <<C’è in questo Festival un’idea di cultura che ha al centro la crescita e la fecondità di una comunità, e che ancora crede nella forza della parola e nella luce che la parola poetica è capace di portare>>.

ANTEPRIME DEL FESTIVAL

Cabudanne de sos poetas non è solo Seneghe. L'idea di estendere l'esperienza del festival, la cultura della poesia, anche nei paesi vicini, e intorno a Oristano, è sempre nel cuore degli organizzatori. Fondamentale quindi, in attesa delle quattro giornate del Settembre dei poeti, portare gli autori della poesia contemporanea nelle biblioteche, rendere vitali i luoghi vicini con la cultura, attraverso letture, presentazioni di libri, dialoghi, confronti, attività dedicate ai bambini e ai ragazzi, con il coinvolgimento del Sistema Bibliotecario del Montiferru e l'Unione dei Comuni. Tra anteprime e degustazioni si promuove la poesia nei paesi di Narbolia, Milis, Bonarcado e Oristano, e si valorizza il territorio.

Parte così "Dieci anni di poesia nel Montiferru" in collaborazione con l'associazione culturale Tocoele: un calendario di appuntamenti dal 25 al 28 luglio sempre alle 21,00.

Il 25 luglio nella chiesa di San Pietro a Narbolia, ci sarà l'incontro tra la giovane poetessa Azzurra D'Agostino, una delle più promettenti autrici in versi della sua generazione e Anna Maria Capraro, nota specialista di letteratura contemporanea, dell'Associazione pARTIcORali; il 26 luglio invece a Milis, nel piazzale della chiesa di San Paolo la poetessa Elisa Biagini dialogherà con Silvana Cintorino. Il 27 luglio, a Bonarcado, nel piazzale della chiesa di Santa Maria di Bonacatu, Anna Cristina Serra dialoga con Mario Cubeddu: introduce gli incontri la musica di Threes of mint.

A Oristano, sempre alle 21,00, in collaborazione con il Centro per i Servizi Culturali UNLA e l’Associazione culturale pARTIcORali, il Cabudanne de sos poetas presenta gli "Appuntamenti de Il Giardino del Centro" presso il Centro dei Servizi Culturali UNLA di via Carpaccio a  Oristano.  Il 25 luglio Elisa Bagini dialoga con Silvana Cintorino; il 28 luglio Azzurra D'Agostino si confronterà con Anna Maria Capraro.

La festa della campagna

La prima giornata inaugurale del 3 settembre si aprirà alle 17,30 nella Località Su Lare, con "La festa della campagna", organizzata da Cabudanne de sos poetas, la Coldiretti di Oristano, il Gruppo Pastori di Seneghe associato alla CAO, la Cooperativa Allevatori Ovini, L'Oleificio Sociale Cooperativo, il Consorzio del Bue Rosso. Una festa celebrativa della campagna all'insegna della poesia, della musica e della convivialità, tra degustazioni dei prodotti tipici del territorio e le aziende che li producono. Ma anche un momento di confronto sui problemi dell'agricoltura sarda, intervallato da letture e canti.

<<Io da dieci anni vado a questo festival di poesia. E ci vado volentieri, è l'unico festival a cui io partecipo, con il piacere di incontrare la gente. Perchè quando si va nei festival non c'è mai la gente. Invece a Seneghe ci sono tanti giovani, e poi ci sono i pastori, i contadini, c'è la gente del paese>>, racconta Franco Loi che insieme a Mariangela Gualtieri scandirà alle 20,00 il tempo della festa con le letture di poesie. Alle 22,00 il ritmo della danza sarà affidato ai Cuntrattos seneghesi e agli interventi musicali dei Bevano Est, cinque strumentisti romagnoli che dal '91 esplorano e reinventano la musica popolare della loro terra tra jazz, world music e sonorità mediterranee. La festa del paese, dei lavoratori, degli abitanti, dei visitatori: nessuno è straniero a Seneghe, si diventa subito parte della comunità. Tutti partecipano, si affacciano nei balconi, ascoltano le sfide dei poeti cantadores, ballano sulle musiche tradizionali, o si ritirano nel profondo silenzio dell'anima.

La non-scuola a cura di Roberto Magnani del Teatro delle Albe di Ravenna

Anche quest'anno ci sarà il coinvolgimento dei ragazzi di Seneghe che apriranno il festival con l’esito del laboratorio teatrale della non-scuola di Roberto Magnani del Teatro delle Albe di Ravenna: <<Un momento molto alto, di partecipazione commossa e divertita da parte del paese che vede i propri adolescenti in scena e allo stesso tempo consegna loro chiavi segrete per il futuro del festival>>, spiega Mariangela Gualtieri. La rassegna seneghese opera da tanti anni in sinergia con il Teatro delle Albe di Ravenna - una delle più importanti compagnie del panorama teatrale italiano e internazionale, nonchè teatro stabile di innovazione - e in particolare con uno dei suoi attori, Roberto Magnani (interprete di tante creazioni teatrali e cinematografiche, tra le quali il film "La destinazione" di Piero Sanna). Dal 2008 infatti l'attore romagnolo conduce un laboratorio teatrale chiamato non-scuola, un laboratorio dedicato ai giovani con lo scopo di avvicinarli alla poesia attraverso il linguaggio teatrale, la cui pratica teatral-pedagogica si fonda sul gioco del teatro e sulla forza incendiaria e anarchica dell'adolescente. L'unico dogma della non-scuola: ciò che deve emergere dal lavoro scenico, attraverso lo studio dei grandi autori, è la vita degli adolescenti.

Subito dopo sempre i ragazzi del paese porteranno l'esito del laboratorio di musica "PROVA D'ORCHESTRA: laboratorio e concerto per orchestra di suoni e note" che si terrà dal 25 agosto al 4 settembre 2014 nella Scuola Elementare di Seneghe, a cura di Francesca Amati e Glauco Salvo: insieme sono i Comaneci, straordinario duo folk-blues di Ravenna, tra i più interessanti della scena musicale italiana, arricchito da diverse anime musicali.

Nella Biblioteca comunale di Seneghe ci saranno anche le iniziative dedicate ai bambini e ai ragazzi, curate da Luisa Madau, in collaborazione con il Sistema Bibliotecario del Montiferru e l’Unione dei Comuni: Parola per parola, laboratorio di poesia curato da Vittoria Negro; Laboratorio sull’astronomia con Jens Jensen Bilgrav; Spazio permanente di libri e letture in Biblioteca.

Sito ufficiale:
http://www.settembredeipoeti.it

'DU | Bauladu Music Festival 2014

bauladu-festival-2014

‘DU - Bauladu Music Festival | sesta edizione
venerdì 11 luglio 2014 | Bauladu (Or), Sardegna

La Consulta Giovani Bauladu rilancia la sfida: si rinnova per il sesto anno consecutivo l’appuntamento con il ‘DU – Bauladu Music Festival, oramai uno degli eventi più attesi dal pubblico giovanile nel panorama dell’estate musicale in Sardegna.

Appuntamento per venerdì 11 luglio con sette live set distribuiti in tre diverse location per altrettante fasce orarie: l'extra stage nel centro storico del paese, per le esibizioni unplugged in scaletta nel tardo pomeriggio, alle 18:30; il main stage, il palco principale per i live della fascia serale (a partire dalle 21:30), allestito all'anfiteatro comunale, negli oltre 12.000 mq di verde del parco di San Lorenzo, dove trovano la loro collocazione anche gli spazi 'extrastage' e quello ‘afterstage’ consacrato ai dopoconcerto.

Ancora una volta il festival ospiterà alcuni dei nomi più interessanti della musica indipendente sarda e italiana. Dopo formazioni del calibro di Marlene Kuntz, Il Teatro degli Orrori, Salmo, Africa Unite, Linea 77, Lnripley, A Toys Orchestra, Plasma Expander, Menhir, Dj Gruff e diversi altri, l’edizione 2014 sarà ‘palco’ per: Le Luci della Centrale Elettrica, Diaframma, Gionata Mirai, The Rippers, Digi G’Alessio, Dealma, The Heart and the Void.


• Line up

18:30 > unplugged show: centro storico del paese
THE HEART AND THE VOID
GIONATA MIRAI

21:30 > main stage: anfiteatro comunale
DEALMA
DIAFRAMMA
LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA

00:30 > extra stage: parco San Lorenzo
THE RIPPERS

01:30 > after stage: parco San Lorenzo
DIGI G’ALESSIO dj set


• Biglietti

Botteghino: 16,00 euro
Prevendite: 14,00 euro (compresi diritti di prevendita)

Oristano: Closer Rock Shop, via Tirso 148
Cagliari: Black Market Coffee and Shop, via Iglesias 25
Sassari: Le Ragazze Terribili, via Tempio 65
*
Terralbese: 348.8430745
Marghine e Nuorese: 340.6362906
Medio Campidano: 349.3604398
Nord Sardegna e Ogliastra: 347.7918290
Sulcis: 346.2454657

I biglietti sono disponibili in prevendita anche su Vivaticket.it (link: http://goo.gl/05FB9P).

La disponibilità dei biglietti è limitata. Le prevendite saranno disponibili nei punti vendita indicati a partire da lunedì 23 giugno 2014.

• Informazioni e aggiornamenti

Ideata e realizzata dalla Consulta Giovani Bauladu e prodotta dalla Vox Day Concerti di Cagliari, il 'DU | Bauladu Music Festival si avvale del contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport) e del Comune di Bauladu.

web: dufestival.com
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
info line: (+39) 349 36 04 398
social: facebook.com/bauladufestival
hashtag: #dufestival

Festival del cinema di Tavolara 2014

festival-cinema-tavolara-2014

Il festival Una Notte in Italia, nato nel 1991, da un gruppo di amici innamorati dell’isola di Tavolara e della settima arte, ha seguito da vicino per anni la produzione e le vicende del cinema italiano, coinvolgendo nel suo svolgimento autori ed interpreti. Il festival ha sempre mantenuto le stesse prerogative: tanto cinema italiano, alcune volte quello più bistrattato dai circuiti di distribuzione, la stessa cornice inimitabile (Tavolara è stata definita la più affascinante arena all’aperto del mondo e vero cinema in Paradiso) e la voglia di affermare che anche un bene ambientale d’inestimabile valore come l’isola di Tavolara possa essere fruito con proposte intelligenti che coniughino alla perfezione tutela paesaggistica e turismo.

Con uno spazio tradizionalmente dedicato al cinema sardo e in particolare ai giovani registi o ad opere significative del panorama regionale.
L’attività del festival ha sempre posto l’accento sulla valorizzazione ambientale dell’isola ed ha aiutato la costituzione di una riserva marina protetta di recente istituzione.
Nello sviluppo del suo corso l’evento si è arricchito con un nutrito programma di attività collaterali e ha mantenuto fede sempre alla prerogativa di grande evento popolare, nel corso del quale pubblico e addetti ai lavori si incontrano senza filtri nella stessa barca e nella stessa platea.

La dimensione raggiunta dall’evento (15000 presenze lo scorso anno), la sua credibilità a livello nazionale e la qualità dei giornalisti e degli addetti ai lavori coinvolti ne fa uno dei festival più esposti mediaticamente a livello nazionale, tra quelli svolti in Sardegna. Dallo scorso anno il festival è diventato un capitolo del più ampio progetto regionale Le Isole del cinema che coinvolge quattro isole con altrettanti progetti dedicati alla settima arte e che unisce in un’Associazione Temporanea di Scopo Quattro Associazioni

http://www.cinematavolara.it/

Altri articoli...

Go to top