Menu
SardegnaArticoliMusica, Arte e Cultura

Musica, Arte e Cultura

Marco Carta disco d'oro digitale con Splendida Ostinazione

marco-carta-splendida-ostinazione

Marco Carta disco d'oro digitale con "Splendida Ostinazione": C'è un cantante sardo che è entrato nel cuore di migliaia se non di milioni di italiani, che dopo il grande lancio ad Amici, dopo aver vinto il Festival di Sanremo, dopo aver vinto diversi premi e per due volte il Kids' Choice Award, per non parlare delle svariate nomination, dopo i tre dichi d'oro digitali per i primi tre singoli estratti dall’album Necessità lunatica, adesso - dopo un lungo periodo di silenzio che aveva scatenato i detrattori - torna sulle scene con un nuovo singolo intitolato semplicemente: "Splendida Ostinazione". Il suo nome è Marco Carta.

Leggi tutto: Marco Carta disco d'oro digitale con Splendida Ostinazione

Cala Gonone Jazz Festival 2014

calagonone-jazz-festival-2014

Dopo un caldissimo e intenso inverno, scandito dalle rassegne e i numerosi concerti organizzati dall’associazione Intermezzo, torna una delle manifestazioni più attese dell’estate sarda con la freschezza che da sempre la contraddistingue.

Articolata su quattro giorni (dal 31 luglio al 3 agosto) la kermesse sarà caratterizzata da un susseguirsi di pregevoli eventi, concretizzati attraverso lo spirito scalpitante e brillante degli artisti e quello operoso e stimolante degli organizzatori; dieci appuntamenti che condurranno gli spettatori attraverso un itinerario in cui potranno deliziarsi, in differenti contesti, di ottima musica e buon cibo: dall’incantevole e bucolica location delle Grotte del Bue Marino, per le esibizioni mattutine, passando per la novità dell’acquario di Cala Gonone, sino al più distensivo e familiare esercizio di ascolto serale previsto al Teatro Comunale.

Come ogni anno negli spazi adibiti ai concerti sarà presente “No flash please!” un piccolo percorso dedicato alle immagini storiche del festival scattate dal fotografo Gino Crisponi. “In questi quattro giorni vorremmo offrire l’opportunità di assistere alla manifestazione secondo i ritmi e gli ambienti più congeniali alle proprie esigenze” spiega il presidente, Giuseppe Giordano “Inoltre, la nuova cornice dell’acquario, propone un contributo nuovo alle esibizioni permettendo al pubblico di godere non solo dell’atmosfera piacevole, che pervade questo spazio attraverso le sensazioni pacifiche trasmesse dall’habitat marino, ma anche del panorama mozzafiato che guarda verso il golfo di Orosei.

Leggi tutto: Cala Gonone Jazz Festival 2014

Capo e Croce. Le ragioni dei pastori conquistano il Festival italiani!

capo-e-croce-le-ragioni-dei-pastori-locandina

Ancora un successo per il cinema sardo, stavolta di per il documentario "Capo e Croce. Le ragioni dei pastori" - diretto da Marco Antonio Pani e Paolo Carboni - che ha vinto il primo premio al SiciliAmbiente Documentary Film Festival che si è tenuto - sotto la direzione di Antonio Bellia - dal 15 al 20 luglio 2014 a San Vito Lo Capo (provincia di Trapani). La giuria  - composta da Claude Guisard, direttore degli Ateliers Varan di Parigi, Alberto Lastrucci, direttore artistico del Festival dei Popoli e dall'attrice e regista Francesca Reggiani - ha premiato il documentario sardo con la seguente motivazione:

Il Primo Premio 'Il Faro' viene assegnato a un film che ci racconta la storia di un conflitto tra una comunità antica, che si sente abbandonata, incompresa, che si batte per difendere i propri diritti, contro le autorità il cui linguaggio non è quello della negoziazione, ma quello di una repressione talvolta violenta. Marco Antonio Pani e Paolo Carboni hanno seguito per lunghi mesi la lotta che i pastori sardi devono intraprendere per la loro sopravvivenza. La loro appartenenza alla comunità e le loro simpatie per i protagonisti non gli hanno impedito di filmare dalla giusta distanza. La giuria è rimasta impressionata dalla qualità delle immagini realizzate e del montaggio che valorizzano l’energia e la straordinaria dignità dei protagonisti.

Infatti i ldocumentario racconta il mondo agropastorale della Sardegna in un modo del tutto inedito, grazie a due anni di riprese ed uno di montaggio, immagini scelte fra 390 ore di materiale accompagnate dalle musiche di Puccini nella speciale reinterpretazione di Mauro Palmas. 
Il mondo, i pensieri, le preoccupazioni e le lotte dei pastori sardi di oggi in un bianco e nero straordinariamente espressivo, come raccontato sul sito stesso del film.

Così gli autori sulla pagina ufficiale del film su Facebook:

È un orgoglio ed un onore far parte di una piccola (ma mica tanto piccola) schiera di documentaristi e autori per i quali il cinema serve, sempre o qualche volta, per raccontare le cose da dentro, e per cercare di contrastare la mancanza di informazione e la parzialità con cui certi problemi, troppi problemi, troppi fatti, vengono affrontati, troppo spesso, dai "media" ufficiali. Saremo poveri in canna ma questo ruolo, almeno ce lo auto-riconosciamo. 

E' il secondo premio in poche settimane per il film, precedentemente premiato quale miglior documentario italiano al CinemAmbiente Film Festival 2014 di Torino, con queste motivazioni: 

Per la capacità di armonizzare la cronaca della protesta con l’evocazione antrop ologica delle matrici di un popolo pastore, producendo momenti di forte empatia per l’intensità dell’autonarrazione.
Per la volontà di restituire centralità a una condizione esistenziale da sempre estromessa dalle culture urbane.
Per la qualità di una fotografia in bianco e nero che rivela la dimensione epica di queste figure, protagoniste di un conflitto che ci coinvolge tutti, ma che la politica nazionale tenta di relegare a un problema regionale.

Guarda adesso tutti i trailer sul sito ufficiale di Capo e Croce!

Sadali, ROCKAFURA FESTIVAL 2014

sadali-rockafura-2014

*******************************************************
▬▬▬ ROCKAFURA FESTIVAL 2014 ▬▬▬
*******************************************************
L UNICO EVENTO ROCK A 360° IN SARDEGNA CON BAND INTERNAZIONALI E NAZIONALI

3 GIORNI - 20 BANDS - DJ SETS - CAMPEGGIO LIBERO

Da ogni dove a scollinare per 3 sere consecutive di suoni indomabili, risate sovrapposte e corpi sudati! Accorrino fanciulle e fanciulli, accorrino!

█▌ Quando? 25 / 26 / 27 LUGLIO 2014

█▌ Dove? SADALI (CA)


PROGRAMMA:

*******************************************************
▬▬▬ VENERDI 25 LUGLIO ▬▬▬
*******************************************************
Redrum Experience
Ad Majora
The Erotik Monkey
Shoddhouse
Elepharmers
SoftLoud

*******************************************************
▬▬▬ SABATO 26 LUGLIO ▬▬▬
*******************************************************
Dimilus
Dipensieri
Unbound Souls
Logrind
Fabio Canu (Spagna)
Tiwayo (Francia)
NO GURU (Ritmo Tribale + Afterhours)

*******************************************************
▬▬▬ DOMENICA 27 LUGLIO ▬▬▬
*******************************************************
Ice 'n' Bergs
Acufene
Pancho & Cumpanzos
Les Die
Dealma
Hot Trigger
OMAR PEDRINI (Timoria Leader)

A Rockafura sarà presente un'area dedicata agli spettacoli - body painting, free painting, giocoleria, mangiafuoco - e un'area dedicata all'arte, all'artigianato di qualità e al riciclo con esposizioni di pittura, fotografia, area tattoo, installazioni artistiche e mostra mercato.

A Rockafura c'è il campeggio, allestito nel bosco secolare accanto alle splendide Grotte de Is Janas. Non ci sarà nessun problema di parcheggio per auto e moto.

Puoi venire a rockafura anche in autobus. Ecco come:
Vuoi goderti il festival al meglio e fino a tardi? Vieni a Rock A Fura e scatenati senza il pensiero di dover guidare!
Prenota e scegli le date con Ajò in pullman su www.ajoinpullmana.it o chiedi info 328/9053599 Nicola - 328/9462428 Marcello

Facebook: Rock A Fura
Twitter: https://twitter.com/RockaFura
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCyHXS6JKTW2pAfn6gYbWwrg
Web: http://www.rockafura.it/
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dromos Festival 2014

Sedicesima edizione del Dromos Festival alla scoperta de "I giardini dell'Eden":
tanta musica ma anche arti visive, incontri e proiezioni
dal 29 luglio al 16 agosto a Oristano e altri centri della provincia.
Dee Dee Bridgewater, Manu Dibango e Ibrahim Maalouf tra i protagonisti.
E per l'ottavo anno ritorna il "festival nel festival" Mamma Blues a Nureci.


Dee-Dee-Bridgewater-foto-Mark-HigashinoTanta musica, arti visive, incontri e proiezioni: è ancora una volta ricco e variegato il programma di Dromos, il festival organizzato dall'omonima associazione culturale che si accinge a vivere la sua sedicesima edizione. L'appuntamento è dal 29 luglio al 16 agosto come sempre a Oristano e in altri nove centri della sua provincia: Baratili San Pietro, Cabras, Marrubiu, Mogoro, Morgongiori, Nurachi, Nureci, Villanova Truschedu e Villa Verde. Qui, sera dopo sera, si snoda un calendario fitto di appuntamenti: concerti, innanzitutto, con ospiti internazionali come Manu Dibango, Dee Dee Bridgewater, Ibrahim Maalouf, Harold López-Nussa, Karl Hector & the Malcouns, Tingvall Trio, l'Hypnotic Brass Ensemble; ma anche mostre, con gli scatti di Eric Bouvet, le opere di Pastorello e la collettiva "Paradisi mentali"; e ancora, incontri, proiezioni e vari altri eventi, come sempre riuniti da un tema ispiratore.


Quest'anno la suggestione scelta dal direttore artistico Salvatore Corona insieme al critico d'arte Ivo Serafino Fenu quale file rouge del cartellone di Dromos è "I giardini dell'Eden": un tema evocativo di paradisi perduti e di luoghi ancora presenti nel territorio della Sardegna, veri scrigni di incontaminata bellezza, che il festival esalterà con le sue proposte musicali e artistiche.


Appuntamento ormai fisso di Dromos, per l'ottavo anno consecutivo ritorna Mamma Blues, l'immancabile "festival nel festival" a cavallo di Ferragosto a Nureci: un trittico di serate (14, 15 e 16 agosto) all'insegna del blues e dei suoi immediati dintorni, con Francesco Piu, Bombino e Nico Duportal & His Rhythm Dudes protagonisti.


Anche in questa edizione, Dromos si annuncia dunque come uno degli eventi di punta nel panorama festivaliero isolano, mantenendo quel forte legame con le città, i paesi e le rispettive comunità, con la finalità dichiarata di arricchirne l'offerta culturale nei mesi estivi e non solo, e andando così incontro alla sempre più pressante richiesta turistica di qualità con una proposta originale e "eco-compatibile".

 

Per informazioni:
DROMOS - via Sebastiano Mele · 09170 ORISTANO
tel.: 0783 31 04 90
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Website: www.dromosfestival.it

Altri articoli...

Go to top