Menu
SardegnaArticoliEventi e Tempo liberoSardegna | Primavera nei Borghi 2017

Sardegna | Primavera nei Borghi 2017

castelsardo primavera borghi

Sardegna 2017 Primavera nei Borghi di eccellenza per favorire la destagionalizzazione e lo sviluppo del turismo culturale ed esperenziale

Castelsardo capitale dei borghi più belli d'Italia: dal 16 al 18 giugno tanti eventi a corollario della XVII Assemblea Nazionale de "I Borghi più belli d'Italia" – Tra gli ospiti, i critici Philippe Daverio e Vittorio Sgarbi

CASTELSARDO –  I borghi trainano il turismo e attirano gli stranieri. Nella sede dell'assessorato regionale del Turismo a Cagliari   è stata presentata la tre giorni che chiude il progetto “Sardegna_2017: Primavera nei borghi di eccellenza”, promosso dall’Assessorato del turismo, artigianato e commercio della Regione Sardegna e ospita la XVII Assemblea Nazionale de “I Borghi più belli d'Italia”. Dal 16 al 18 Castelsardo ospita la tappa conclusiva dell'iniziativa che ha messo in vetrina i borghi sardi di Bosa, Laconi, Galtellì, Gavoi, Oliena, Aggius e Sardara. Il nucleo del ricco programma è l'Assemblea Nazionale de “I Borghi più belli d'Italia”. L'associazione che raccoglie i 271 borghi certificati, compie 15 anni ed è strumento operativo, convenzionato con l’Enit, per promuovere il turismo nei borghi, ormai affermatosi come il terzo pilastro dell’offerta italiana, dopo le città d’arte e il turismo marino-balneare.

All’assemblea prenderanno parte i sindaci dei borghi che hanno superato i rigidi parametri della carta di qualità oppure hanno ottenuto il riconoscimento di patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Tra gli esperti nazionali e internazionali, ha garantito la presenza Philippe Daverio, critico d'arte e celebre personaggio televisivo grazie alle trasmissioni su Rai 3 e Rai 5 dedicate all'arte.

Il Comune di Castelsardo ha imbastito una tre giorni densa di eventi anche per sottolineare che il 2017 è l'anno dei Borghi, come dichiarato dal MiBACT, con decreto del Ministro Dario Franceschini. Già da mercoledì sono al lavoro alcuni fra i più noti esponenti nazionali della Street Art che realizzeranno le opere nel quartiere Fontana Vecchia: la manifestazione si intitola “Dimorare nella Bellezza, 2017 anno dei Borghi - Street art nei Borghi più Belli d'Italia” ed è organizzata in collaborazione con la Fondazione Pio Alferano e Virginia Ippolito, curata dalla storica dell'arte di Simona Capodimonti e sotto la direzione artistica di Vittorio Sgarbi. Ben 12 gli artisti chiamati ad operare nella zona nuova già da mercoledì: la star è David Diavù Vecchiato, uno dei maestri italiani dalla Urban Art.


DICHIARAZIONI- Il sindaco di Castelsardo Franco Cuccureddu ha spiegato: <Il turismo nei borghi è in ascesa e può rafforzare la Sardegna. Qui a Castelsardo si confronteranno i massimi esperti: dal professor Benno Albrecht ai critici e storici dell'arte Philippe Daverio e Vittorio Sgarbi>.

L'assessore regionale al Turismo Barbara Argiolas ha dichiarato: <<Il turismo nei borghi è importante nella strategia della Regione che pone al primo posto uno sviluppo sostenibile che non lascia indietro nessuno, soprattutto i piccoli comuni dove si nascondono i tesori più belli>

IL PROGRAMMA IN SINTESI

VENERDI'- In mattinata, verranno inaugurati gli stand di “Primavera nei borghi” mentre nel pomeriggio si aprirà alle ore 16 presso la Sala XI del Castello dei Doria l'Assemblea Nazionale de “I Borghi più belli d'Italia”, con due talk show, moderati da Nicola Porro (vicedirettore de Il Giornale e conduttore di Matrix su Canale 5) che saranno trasmessi in streaming.

Sempre venerdì, per la serie di concerti al tramonto, si esibirà nella piazzetta del campanile, Marino de Rosas, vero virtuoso della chitarra. L’intensa prima giornata si chiuderà con l’inaugurazione della statua di Giacinto Bosco “Colgo la luna”, nella nuova piazza, evento che sarà accompagnato da un suggestivo light show, da una spettacolare coreografia acrobatica e dalle letture dell’attore Matteo Gazzolo. A seguire il DJ set con “Kay Rush feat, Harley e Muscle from Radio Monte Carlo”.

SABATO - Assai intensa anche la giornata di sabato: in mattinata ci sarà la parte più istituzionale dell’assemblea, con gli interventi dei rappresentanti istituzionali, di quelli della Federazione “Les plus beaux Villages de la Terre” mentre chiuderà i lavori il Sottosegretario di Stato, con delega al turismo, Dorina Bianchi. Nel primissimo pomeriggio, sempre nella Sala XI del Castello dei Doria, Vittorio Sgarbi terrà l’attesa “lectio” sui “Tesori dei Borghi pìù belli d’Italia” (verranno presentati capolavori, a volte non conosciuti dal grande pubblico, conservati in un borgo selezionato per ciascuna regione, si va da Antonello da Messina al Maestro di Castelsardo, da Giotto al Guercino). Alle 16,30 sempre Vittorio Sgarbi, inaugurerà, stavolta nella Sala X del Castello dei Doria, la mostra “Tesori di Sardegna – Arte del ‘900 sardo nella collezione De Montis”, si tratta di un omaggio agli ospiti provenienti da tutta Italia, per consentire loro di poter apprezzare opere assai significative di alcuni fra i più grandi artisti sardi del novecento: da Costantino Nivola a Maria Lai, da Giuseppe Biasi ad Eugenio Tavolara, giusto per citarne alcuni.

Dalla serata di sabato e per tutta la giornata di domenica sarà un continuo susseguirsi di spettacoli a tema medievale: storytelling, cortei, balestrieri, falconieri, sbandieratori, giullari, rievocazioni storiche.

Go to top